Cultura
 

Lamezia Terme (Cz), Caterina Destito incontra il poeta Marcello Vitale

La professoressa Caterina Destito, docente di Lettere al Liceo Scientifico Galileo Galilei di Lamezia incontrerà Marcello Vitale, magistrato e poeta.

Il primo incontro è in programma per la mattina del 7 dicembre alle 11 nell'Aula Magna del liceo Galilei guidato dalla dirigente Teresa Goffredo.
Il secondo incontro è fissato per domenica 9 dicembre alle 17 nel salone "Giovanni Paolo II" del Seminario Vescovile di piazza D'Ippolito.

All'incontro parteciperanno i componenti della Commissione straordinaria alla guida dell'ente comunale e i rappresentanti delle Forze dell'Ordine. Sono stati invitati anche i parlamentari lametini Pino D'Ippolito e Domenico Furgiuele.

"I versi ermetici di Marcello Vitale – spiega la professoressa Caterina Destito – non sono solo espressione dell'arte del poetare ma costituiscono un fulgido esempio di poesia che canta la libertà, la giustizia, contro ogni forma di illegalità". Il messaggio sociale delle poesie di Marcello Vitale sarà messo in risalto dagli stessi alunni della professoressa Destito che, nel corso dei due incontri, declameranno i versi del magistrato – poeta.
"Solo la cultura – prosegue Caterina Destito – può realmente scardinare la criminalità, l'illegalità, la cultura della mafiosità che si insinua in maniera perversa e pericolosa nei vari ambiti della nostra società. Marcello Vitale, prima col suo lavoro di magistrato ed oggi come poeta da sempre ha sposato la causa degli alti ideali della democrazia dichiarando guerra al crimine e ad ogni forma di illegalità".

Marcello Vitale, Presidente Aggiunto Onorario della Corte di Cassazione (già Presidente della Prima Sezione Penale della Corte di Appello di Roma) è nato in Calabria, a Nicastro, ora Lamezia Terme.
Trasferitosi, agli inizi della sua carriera di magistrato a Torino, ha ivi svolto per circa un quinquennio (dagli anni "difficili" della "contestazione studentesca" agli albori del "terrorismo") le funzioni di sostituto Procuratore della Repubblica. Rientrato in Calabria, ha nel tempo ricoperto numerosi incarichi, tra i quali quelli di: componente titolare (per circa nove anni) della Corte di Assise di Catanzaro, Consigliere Pretore Dirigente e Procuratore della Repubblica presso il Tribunale di Lamezia Terme, Presidente della Prima Sezione Penale della Corte di Appello di Catanzaro.
Nel corso della sua attività si è occupato, sia da inquirente che da giudicante, di numerosi procedimenti a carico di pericolose organizzazioni criminali di stampo mafioso (riportando quindi gravi minacce che ne hanno imposto per lungo periodo la scorta da parte dei baschi verdi della Guardia di Finanza).
E' stato membro, eletto a Roma, della segreteria nazionale di Unicost, gruppo di maggioranza della magistratura italiana presso l'Anm (Associazione nazionale magistrati), nonché Presidente della Giunta Distrettuale Anm della magistratura calabrese.
E' autore di otto raccolte di poesie: Orizzonti (Ediz. Casa della poesia, Milano 1985); Lo sguardo dell'Uomo (Ediz. del Giano, Roma 1986); Il demone sommerso (Ediz. Sciascia, Caltanissetta- Roma 1988); Dal fondo dell'Aleph (Ediz. Rubbbettino, Soveria Mannelli- Messina 1993); Performance (Ediz. Campanotto, Udine 1995); Canti sciolti e ballate per i morti di 'ndrina e di mafia (Ediz. Pellegrini, Cosenza 2000); Serpe che Maria col piede schiaccia (Ediz. Campanotto, Udine 2009); Lunario di Poesia (Ediz. del Giano, Roma 2011).
E' inoltre autore di due romanzi: Revolution (maggio 2014, Koinè Nuove Edizioni), ambientato nella Torino del '68, e La donna della Panchina (aprile 2016, Koinè Nuove Edizioni), legal thriller. Le opere sono state presentate svariate volte in librerie e sedi prestigiose (tra cui quella dell'Università degli Studi di Roma Tor Vergata, con susseguente dibattito tra gli studenti). Nell'anno accademico 2009-2010, presso la facoltà di lettere della stessa Università, la dott.ssa Sara Ronci ha conseguito la laurea in Lettere con la tesi: "Marcello Vitale - Poeta e Uomo contro la Mafia per la Giustizia".
Gli sono stati attribuiti diversi premi e riconoscimenti, tra cui: "Premio Internazionale di Poesia della Camerata dei Poeti" (Palazzo Vecchio, Firenze Capitale della Cultura Europea, 1986 – Presidente della giuria: Otello Pagliai); "Libro dell'anno 1986 per la Scuola Italiana" (Roma, Rassegna di Cultura e Vita Scolastica, nn. 1,2 del 1987, rel. Vittorio Vettori); "Premio Brutium Poesia Incontro" (Tropea 1989, Presidente della giuria Walter Pedullà; componente della stessa Dario Bellezza); finalista "Premio Internazionale Mario Luzi", Ediz. "2009-2010" (Roma, Teatro Valle, 11 giugno 2010, Presidente della giuria Maria Luisa Spaziani); finalista "Premio Piersanti Mattarella 2016" (Roma 21 novembre 2016); Premio Assud, Stelle del Sud, III Edizione (Roma 14 dicembre 2016).
Introdotto in varie storie e sntologie della letteratura italiana, ha riportato l'apprezzamento di prestigiosi critici letterari (tra i quali: Alberto Frattini, Giorgio Barberi Squarotti, Vittorio Vettori, Franco Piccinelli, Nico Perrone, Giuseppe Amoroso, Pierfranco Bruni, Antonio Piromalli, Dario Del Corno, Antonio Coppola, Giuseppe Pontiggia, Maria Luisa Spaziani, Emerico Giachery, Febo Delfi , Francesco Bruno, Daniele Macris, Carmine Chiodo, Marco Neirotti, Gianni Vattimo, Amedeo La Mattina, Rino Caputo, Marina Formica, Walter Pedullà, Raffaele Sirri, Francesco Mercadante, Massimiliano Bruno, Giancarlo De Cataldo).
E' stato recensito su numerosi quotidiani e riviste letterarie (tra cui: La Stampa, il Corriere del Mezzogiorno, Il sole 24 Ore, Galleria, La Nazione, La Sicilia, La Rivisteria Libri, Il Tirreno, Quaderni Delfici, Il Populista, Hellas, Il Mattino, Il Ragguaglio librario, La Gazzetta di Firenze, Il Corriere della Sera, La Gazzetta del Sud, Il Messaggero, La Repubblica, Libero, etc.). E' stato ancora recensito da diverse agenzie di stampa, tra cui Agi, Adnkronos, Intelligo News, Affari Italiani. Già edito su varie riviste letterarie elleniche, nel 2016 la silloge "Orizzonti" di Vitale è stata tradotta in greco da Costantino Moussas e pubblicata per la casa editrice Dodoni di Atene. Hanno recitato le sue poesie, tra gli altri, Arnoldo Foà, Stefano De Sando, Dario Costa, Massimiliano Bruno, Michele Placido, Zapping (Rai1, 31 marzo 2010). E' stato socio fondatore onorario del "Centro Internazionale Eugenio Montale" di Roma, diretto da Maria Luisa Spaziani, nonché dell'International Pen Club di Milano, presieduto da Uberto Quintavalle. Attualmente è socio della FUIS (sede di Roma).
L'11 febbraio 2010 il suo libro (poesia- teatro), "Serpe che Maria col piede schiaccia", è stato presentato nella sala della Protomoteca del Campidoglio; inoltre una vasta selezione dei suoi brani poetici è stata esposta a Roma, il 20 marzo 2010, nella Basilica di Santa Maria in Ara Coeli e il 21 dicembre successivo, presso la Basilica del Sacro Cuore di Gesù in Castro Pretorio. Il 14 maggio 2010 nell'insigne Cappella di Sant'Andrea Corsini, Papale Arcibasilica di San Giovanni in Laterano, si è svolta la manifestazione "Ars poetica et ars canendi – Letture in musica", nel corso della quale alle musiche di Giovanni Pierluigi da Palestrina, Tommaso Ludovico Da Vittoria e Domenico Bartolucci, introdotte da Massimo Palombella attuale direttore della Cappella Musicale Pontificia Sistina, si è alternata la lettura di poesie tratte dalle opere di Marcello Vitale.
Hanno realizzato quadri, ispirati dalla sua poesia, i pittori Michele Praticò ("Canti sciolti e ballate per i morti di 'ndrina e di mafia") e Maria Citraro ("Serpe che Maria col piede schiaccia" - v. mostra da lei organizzata il 30 aprile 2013 nella sala Protomoteca del Campidoglio, dal titolo "Energia del colore e sentimento - Omaggio all'ars poetica di Marcello Vitale". Per l'occasione sono stati composti brani musicali dal maestro Francesco Corapi).
E' stato intervistato, tra l'altro, su : La7 (2 minuti, 1 Libro di Alain Elkann, 2 aprile 2009, Canti sciolti e ballate per i morti di 'ndrina e di mafia); Rai1 (14 maggio e 3 giugno 2016, trasmissione televisiva "Sottovoce" di Gigi Marzullo - Romanzo La donna della panchina); RAI1 (17 maggio 2016, "Il Caffè" di Cinzia Tani e Guido Barlozzetti - Romanzo La donna della panchina); Rai Isoradio (6 giugno 2016, intervista di Marco Rho, Romanzo La donna della panchina); RadioRadio TV (Roma, giugno 2016, Trasmissione "Lavori in corso", intervista di Stefano Molinari e Luigia Luciani, Romanzo La donna della panchina); Radio Radicale (1° luglio 2016, intervista di Massimiliano Coccia, Romanzo La donna della panchina); Ius Law, La Radio degli Avvocati (3 luglio 2016, intervista di Clara Mazzarella); Rai1-GR Parlamento (17 settembre 2016, intervista di Chiara Paolini, Romanzo La donna della panchina).