Crotone
 

Mirabilia, “La grande bellezza” dell’artigianato artistico crotonese brilla a Matera con il Maestro orafo Gerardo Sacco

L'eccellenza dell'artigiano artistico italiano, "La grande bellezza": è il titolo della mostra ideata e realizzata dalla Camera di Commercio di Crotone, inaugurata lunedì 18 novembre, a Matera, con un padrino d'eccezione come il Maestro orafo Gerardo Sacco, nell'ambito dell'evento internazionale "Mirabilia Food&Drink", a cui prendono parte anche 26 imprese crotonesi del settore agroalimentare e turistico.
Trattasi di un viaggio virtuale tra le bellezze dei luoghi della rete Mirabilia, raccontati attraverso l'estro e la maestria degli artigiani italiani, in una continua contaminazione tra tradizione e innovazione.
A rappresentare l'ente camerale crotonese, capofila per le attività di valorizzazione dell'artigianato artistico, non poteva che essere Sacco, eccellenza internazionale che, all'evento di inaugurazione, ha presentato le due opere uniche con cui ha deciso di celebrare l'essenza del progetto Mirabilia e il legame indissolubile con la sua terra: un monoptero, composto da dieci colonne in plexiglass, con al centro un cilindro in metallo con incisa la parola "XENIA" e sulla cupola la scritta "MIRABILIA European Network of Unesco, sovrastata dalla statua di Zeus che stringe in mano il logo Mirabilia al posto del fulmine, e sulla base sedici pergamene con l'iscrizione delle Camere di Commercio aderenti al progetto a mo' di metopa; una collana di perle coltivate d'acqua dolce, in oro e argento, con un ciondolo che riproduce lo statere, moneta magnogreca coniata nell'antica Kroton.

"Partendo proprio dall'accoglienza, motivo conduttore del progetto che lega i sedici siti Unesco, ho voluto realizzare un oggetto d'arte che riassumesse il concetto del vincolo di ospitalità greca. Nell'antica Grecia, la xenia rappresentava, appunto, l'ospitalità sacra e protetta da Zeus, tanto che ogni greco non poteva rifiutarsi di ospitare lo straniero per non attirare a sé l'ira del padre degli Dei. Immancabile, poi, un'opera rappresentativa della mia terra, con un richiamo al mito della fondazione della città di Kroton e, dunque, all'oracolo di Delfi" commenta il Maestro Sacco, fiero di rappresentare Crotone in un evento che accende i riflettori internazionali sulle eccellenze italiane.