Crotone
 

Anelli (Fnomceo): “Crotone tra le province più a rischio violenza contro medici e operatori sanitari”

La provincia di Crotone è "tra quelle a maggior rischio di aggressioni a medici e operatori sanitari per la numerosità degli episodi". Lo segnala il presidente della Federazione nazionale degli Ordini dei medici e degli odontoiatri (Fnomceo), Filippo Anelli, che dopo l'ultimo caso di violenza - nella notte tra il 13 e 14 agosto ai danni di un medico di guardia - ha espresso "pieno sostegno all'azione svolta dall'Ordine di Crotone e dal suo presidente Enrico Ciliberto". Il presidente dell'Ordine calabrese ha infatti annunciato un rilancio del tavolo tecnico sulla violenza già attivato nella cittadina, per poter meglio 'monitorare in modo permanente il problematica' e ha chiesto "a chi di competenza, di mettere in atto tutte le misure necessarie per tutelare l'incolumità degli operatori sanitari, in modo che possano svolgere il proprio lavoro in piena serenità d'animo e di giudizio". Anelli si appella alla ministra della Salute, Giulia Grillo, perché intervenga "a sostegno delle iniziative che il prefetto vorrà adottare" e - rispondendo alla richiesta del dicastero di segnalare le province e le postazioni più a rischio - invita a porre attenzione su Crotone".