Crotone
 

La Camera di Commercio di Crotone e il Comune di Rocca di Neto convocano assemblea aperta al pubblico: “Reagire all’illegalità”

"Innumerevoli sono gli atti intimidatori che stanno prendendo di mira, ancora una volta, gli imprenditori del crotonese, l'ultimo dei quali ha visto coinvolta l'azienda agricola Caputi". Lo riferisce un comunicato della Camera di commercio di Crotone. "Questi vili atti - si aggiunge - rappresentano un'offesa ed un attacco all'intero territorio. Al fine di manifestare concretamente vicinanza alle imprese, alla magistratura ed alle forze dell'ordine, che ogni giorno attraverso il loro prezioso lavoro contrastano la criminalità, la Camera di commercio di Crotone ed il Comune di Rocca di Neto hanno convocato in via congiunta e straordinaria un'assise comune aperta al pubblico dei Consigli camerale e comunale. La riunione é stata fissata per le 15 del 13 gennaio nella sala consiliare del Comune di Rocca di Neto". "Gli imprenditori onesti - ha detto il presidente della Camera di commercio, Alfio Pugliese - devono poter svolgere la loro attività in un clima di sicurezza e serenità. E ciò è possibile soltanto alimentando il senso di fiducia dei cittadini nelle istituzioni nonché supportando l'operato della magistratura e delle forze dell'ordine. Basti pensare all'esito delle recenti brillanti operazioni che hanno svelato e debellato il protagonismo della 'ndrangheta nell'economia". "La comunità tutta - ha detto, da parte sua, il sindaco di Rocca di Neto, Tommaso Blandino - deve reagire contro ogni forma di illegalità. Intendiamo dire basta alla criminalità e ribadire che nel nostro territorio non vi è più spazio per chi ritiene di delinquere e di soffocare il sistema sociale ed economico".