Crotone
 

"Cantiere Crotone"; Pantisano (Pd): "Certificato impegno per la Calabria e per questa città"

"La giornata che stiamo vivendo alla presenza del presidente della Regione, Mario Oliverio, certifica una cura e una dedizione reali da parte della massima istituzione calabrese nei confronti della città e dell'intera provincia di Crotone". E' quanto afferma in un comunicato Arturo Pantisano, componente assemblea nazionale Pd.

"Sono, infatti, molto importanti gli investimenti che stanno vedendo la luce nel nostro comprensorio; avvertiamo la mano dell'amministrazione regionale e riscontriamo un positivo protagonismo del Crotonese nelle scelte che orientano la Regione. Basti pensare al fatto che superano i 180 milioni i finanziamenti specifici destinati dalla Regione a Crotone e spaziano nei più diversi ambiti, a partire dalle infrastrutture e dalla logistica. Abbiamo sempre posto l'accento sulla condizione di emarginazione di cui soffre il nostro territorio e sulla conseguenza urgenza di investire nel settore dei trasporti. Oggi questa priorità trova, finalmente, giuste e doverose risposte nella riapertura dell'aeroporto con l'incentivo di nuovi voli e ancora nei lavori di ammodernamento della Statale ionica e della tratta ferroviaria. Si tratta di opere dal grande impatto sulla popolazione e sulla domanda di servizi che arriva dalle nostre comunità. E di altrettanto valore sono gli interventi di bonifica ambientale, sull'impiantistica dei rifiuti, della rete idrica e di difesa del suolo. Grazie alle preziose sinergie con il Governo nazionale, attraverso il Patto per la Calabria la Regione ha inoltre recuperato i finanziamenti necessari per la ristrutturazione dell'ospedale. Siamo, dunque, di fronte a un piano straordinario di investimenti, grazie ai quali Crotone può vivere una pagina di riscatto. Il nostro compito, oggi più di ieri, è quello di mantenere alta l'attenzione e fare in modo, grazie alla determinazione del presidente Oliverio, che queste opere possano incidere positivamente nella vita, nelle aspettative e nei bisogni dei crotonesi".