Crotone
 

Comune di Isola Capo Rizzuto (Kr): “Nostra posizione è stata sempre quella di riaprire nel minor tempo possibile l’aeroporto”

"Non credevamo che la nota del vice sindaco Carmela Maiolo innescasse tanto sdegno da parte della Prossima Crotone, non vorremmo pensare che abbia centrato il bersaglio! Nella risposta alla nota si evince chiaramente l'atteggiamento tipico di chi non sa che dire e soprattutto non avendo giustificazione alcuna per l'atteggiamento posto in essere dal proprio Sindaco attacca sul personale e facendo una dietrologia inutile e sterile, volta più a nascondere la realtà che a dare chiare informazioni ai cittadini.

La loro risposta più che un comunicato stampa ha il sapore di una missiva riservata indirizzata al Sindaco Bruno carica di acredine, traspare a chiare lettere un risentimento personale inspiegabile, sembrerebbeche l'autore, sotto dettatura, abbia come unico scopo quello di denigrare il nostro Sindaco, ci verrebbe da pensare che gli autori passino le loro giornate a documentarsi (e magari lo facessero adeguatamente) su cosa fa o meno il sindaco e tutta l'amministrazione di Isola.

Nel vano tentativo di difendere il loro magro e insufficiente operato, il "bravo" Cosentino avverte la necessità di screditare, non conoscendo, ovvero fingendo di non conoscere i fatti, nello specifico lo stesso si è comportato come un "garzone da bottega"mandato dal droghiere a riscuotere presunti crediti, dicendo il falso.

Quando non si guardano le cose con obiettività il rischio è quello in cui è incorso il "noto portavoce" (vorremo augurarci che non sia anche il portavoce del Sindaco Pugliese altrimenti questa nostra avrebbe altro tenore) mosso da un delirio di onnipotenza, esprimendosi con un linguaggio senza regola che ha come finalità quella di distogliere l'attenzione sull'oggettività della questione.

Prima di scrivere sarebbe stato opportuno che si informasse sugli accordi presi anzitempo dai Sindaci. L'accordo appunto che il "bravo" Cosentino ignora oppure non è stato informato (cosa ancora più grave), prevedeva chealtri Comuni versassero la quota royalties alla curatela fallimentare, mentre il comune di Isola, quello di Crotone e la Regione Calabriaavrebbero costituito la SAGAS. A ciò si aggiunge il fatto che anzitempo la curatela fallimentare non ha ricevuto, come accadeva con l'amministrazione Vallone, lettera alcuna in merito alla garanzia sulla prosecuzione dell'esercizio provvisorio oltre il 31 ottobre 2016.

Anche sulla questione del ricorso pendente si è rivelato FALSO. La posizione del comune di Isola è stata sempre quella di riaprire nel minor tempo possibile l'aeroporto al fine di evitare ogni disagio per i cittadini, essendo disposti anche al ritiro del ricorso ma, solo avendo la certezza di una riapertura immediata documentata da fatti e non sulla base delle belle promesse. Mentre, così come in ogni verbale Sagas si può constatare,che l comune di Crotoneera più interessato a Sagas che alla riapertura dell'aeroporto (vedasi dissequestro quote SAGAS, ed altre affermazioni contenute in intercettazioni sul "farlo cacciare a calci in c..." da Isola e dall'aeroporto il nostro Sindaco).

Fuorviante e falsa è inoltre la notizia circa la mancata sottoscrizione della rinuncia al ricorso SAGAS. Dimentica il bravo esponente, che il Comune di Crotone pur non votando a favore per il ritiro del ricorso, ha dato il suo incondizionato assenso al ritiro dello stesso. Dato che il portavoce fa finta di non conoscere visto che tanto risulta dal verbale di assemblea SAGAS.

Il Comune di Isola di Capo Rizzuto, il suo Sindaco e la sua popolazione sono vicini a Crotone ed ai suoi cittadini, prova ne è aver dato il nostro Comandante dei vigili Avv. Francesco Iornoin convenzione part time in servizio quale comandante nella vostra città, il supporto da sempre nel sistema dell'accoglienza senza assumerci meriti, e crediamo che la nostra popolazione goda di ottima salute e non di sofferenze come con ulteriore bassezza ci si è espressi. Al netto di ciò e per dovere di cronaca, anche quest'anno abbiamo avuto un incremento di presenze turistiche e di visitatori della nostra città, con l'aeroporto chiuso!

Per le gravissime affermazioni sul consiglio comunale aperto sulla questione aeroporto tenutosi ad Isola di C.R., a cui hanno partecipato la quasi totalità dei sindaci della provincia di Crotone si denota una grave insofferenza nei confronti del territorio provinciale quasi a voler stabilire una netta distanza tra lui cittadino del capoluogo e tutti gli altri. Questa non è invidia, come ingiustamente hai redarguito il vicesindaco Maiolo, è qualcosa di ben più seria che mostri nei confronti dei paesi vicini. E' disprezzo!

La misura e il valore della persona impegnata in politica si può percepirla dal linguaggio, che non è un puro esercizio di stile, una apparenza, ma identifica l'affidabilità di un progetto politico anzi ne certifica la credibilità; il linguaggio di Cosentino, purtroppo, ha dato l'immagine peggiore e più squilibrata del progetto politico di Prossima Crotone, ma, cosa ancora più grave, ha dato una immagine di Crotone che non corrisponde alla realtà e che la città capoluogo non merita.

Ergersi a "Vestale" della politica e del vergineo modo di amministrare fa sorridere perché si dimentica da dove si proviene e cosa si è fatto nel recente passato. Si dimentica facilmente l'aver avuto un assessore nel governo regionale che non ha versato in tempo le quote di ricapitalizzazione della fallita S. Anna S.p.A., di guidare il Comune che non ha prodotto nei tempi utili i versamenti a sostegno del piano concordatario, di essere la coalizione cui il Sindaco non ha scritto lettera alcuna per la proroga dell'esercizio provvisorio dopo il 31 ottobre 2016. A differenza del Sindaco Bruno che, da assessore alla Provincia, faceva versare puntualmente le spettanze alla società e di tante altre iniziative positive che si cerca volutamente di oscurare perché presi dalla bramosia di poter e del "gestire" lo scalo ed i progetti occulti che ci si è fatti sopra e per cui va "cacciato" il nostro Sindaco.

Neppure ci sfiora il minimo pensiero sul voler affermare o attribuire colpe sostituendoci ai tribunali come ai tempi della Santa Inquisizione. L'articolo nelle sue righe ha il sapore di chi vorrebbe avvicinarsi a Isola con un approccio di bassa lega proprio in vista delle Prossime elezioni comunali...State tranquilli, con questo atteggiamento avrete sicuramente una cittadinanza che vi attende a braccia aperte, specie se del dileggio fate la vostra più affilata arma da sfoggiare". Lo afferma attraverso una nota l'amministrazione Comunale di Isola Capo Rizzuto.