Crotone
 

Raffa aderisce alla petizione pro Marrelli Hospital

"E' fondamentale per un Paese che voglia dirsi civile consentire ai propri cittadini di curarsi a casa propria, senza sostenere difficoltosi impegni organizzativi di viaggio, spese economiche aggiuntive e pesanti distacchi dagli affetti familiari, proprio nel momento in cui ammalati avrebbero bisogno di maggiore serenità"

E' quanto dichiara il presidente della provincia di Reggio Calabria, Giuseppe Raffa, annunciando la propria adesione alla petizione lanciata dal Comitato Noi Vogliamo il Marrelli Hospital.

"E' impensabile – sottolinea ancora Raffa – che la migrazione sanitaria oncologica per le neoplasie più importanti (polmone, seno, colon retto, prostata, vescica e tumori ginecologici) in Calabria abbia fatto segnare nel 2015 un'impennata crescente superando l'allarmante dato del 40 per cento".

Ed è sulla scorta di questi dati, nonché per il senso di responsabilità nei confronti del territorio reggino e calabrese, - continua il presidente della Provincia di Reggio - che ho immediatamente deciso di sottoscrive la petizione per chiedere che il governo nazionale convochi con urgenza un tavolo per risolvere la vicenda del Marrelli Hospital che rappresenta l'unico Polo Oncologico della regione Calabria, dotato delle migliori tecnologie esistenti sul panorama internazionale, e capace di assorbire 60 posti letto. Insomma, - conclude Giuseppe Raffa - un'occasione importante che se persa rappresenterebbe l'ennesima beffa per una sanità calabrese affetta da cronici malanni e fatta di tanti validi professionisti e strutture che, purtroppo, si ritrovano spesso intrappolati in un sistema burocratico a dir poco inefficiente".