Cosenza
 

Cosenza

Corigliano Rossano: grande partecipazione per la “La Bellezza. Eroi ed Eroine del Passato”

"Il Fato è come un fiume in piena, non c'è diga che possa fermarlo. L'unica cosa da fare, dinanzi ad esso, è il modo di rapportarsi agli eventi, quello che potremmo definire il coraggio di vivere". Questa una delle numerose e significative affermazioni enunciate dal prof. Giuseppe De Rosis nel corso del viaggio letterario sul tema "LA BELLEZZA. Eroi ed Eroine del Passato", svoltosi ieri sera nella suggestiva cornice della Chiesa del Carmine di Corigliano. De Rosis, promotore dell'evento e insostituibile guida di tutte le analoghe iniziative culturali, ha snocciolato, col consueto fervore e suscitando l'ammirazione dei tanti convenuti, storie, personaggi, miti, curiosità della letteratura greca.

I lavori della manifestazione dedicata alla Bellezza sono stati introdotti e coordinati, con sobrietà e puntuali riferimenti storici, dalla dott.ssa Anna Milieni; tra i suoi interventi, interessante in particolare quello afferente l'importanza dell'insegnamento dei miti nelle scuole, come "processo di alfabetizzazione emotiva". La serata ha avuto inizio con un'appassionante interpretazione del "Discorso di Pericle agli Ateniesi" del dott. Franco Cirò, che con la sua suadente voce ha indotto i presenti alla riflessione sul contenuto del celebre testo proposto.

Da Cardarelli ad Eschilo, da Omero a Pascoli, da Pericle a Ritsos, da Saffo a Sofocle, e ancora Vecchioni, Virgilio, Wolf. Numerosi gli autori che si sono occupati della Bellezza nelle loro opere, come numerosi i personaggi (Agamennone, Aiace, Cassandra, Clitemnestra, Creusa, Fedra, Ismene, Le Sirene, Nausicaa, Saffo, Ulisse) incarnati da donne e uomini del nostro tempo. Antonio Trebisonda, Natale Avolio, Franco Cirò, Mario Felicetti, Antonio De Rosis, Placido Bonifacio, Annelise Passerini, Maria Viteritti, Anna Lasso, Fabiola Madeo, Anna Tavernise, Letizia Gentile, Rita Zampino, Iole Aragona, Stefania Zangaro, Lisa Polino, Maria Romeo, Anna Minnicelli: questi gli interpreti della serata incastonata nel Complesso del Carmine, alle porte del centro storico coriglianese, che hanno letto i brani selezionati per l'occasione in modo coinvolgente e sentito.

Il viaggio letterario ha registrato i cordiali saluti di Don Gaetano Federico, parroco delle Chiese del Carmine e di Sant'Antonio, e l'intervento del prof. Giovanni Pistoia, il quale ha proposto una originale quanto apprezzata "lettera della Bellezza", culminata nel ricordo della bellezza delle donne lavoratrici nell'antico concio della liquirizia che ha ospitato l'evento. Interventi e letture sono stati accompagnati da soavi momenti musicali eseguiti dall'artista Maria Vyazigina, mentre impeccabile come sempre è stata la regia tecnico-audio curata dal prof. Francesco Verardi, una delle colonne portanti dei viaggi letterari.

L'estate di Campana entra nel vivo: gli eventi di agosto

Una programmazione di qualità molto variegata per allietare residenti e turisti del borgo campanese nel segno della musica e dello spettacolo. Dopo le celebrazioni tradizionali per la festa patronale di San Domenico e della S.S. Maria di Costantinopoli, storicamente legate alla tradizione religiosa locale e alla storia del paese, si entra nel vivo con il calendario dell'Agosto Campanese 2018 e con i suoi eventi. Oggi 6 agosto dalle ore 21,30 va in scena "Ammoreveroacampana", spettacolo di Marcondiro feat. H.E.R. organizzato in Piazza Italia con il patrocinio della fondazione Lilli e trasmesso in diretta da Radio P.L.R., emittente di S. Giovanni in Fiore. Sempre in Piazza Italia domani 7 agosto alle 21,30 serata di festa con le selezioni e l'elezione di Miss Campana 2018. Giovedi 9 agosto dalle 21,30 in poi serata di buona musica con il concerto dei Med in Piazza Santa Croce. La programmazione riprenderà il 12 agosto, con la presentazione del libro di Fabrizio Mollo "Guida Archeologica della Calabria Antica" alle 18,30 in piazza Parlamento di fronte al Municipio mentre alle 21,30 andrà in scena in piazza S. Antonio l'attore Amedeo Fusco con un suo spettacolo teatrale e cantato. Il 13 e il 15 agosto sempre piazza S. Antonio protagonista con una divertente serata musicale e il "Ferragosto in Pista", evento dedicato agli amanti del ballo liscio. A chiudere la programmazione gran concerto finale il 17 agosto in piazza S. Croce con i Kora Battenti.

A Castrovillari estate internazionale del folklore

"La festa dei popoli, opportunamente denominata a Castrovillari, in agosto, Estate internazionale del folklore e del Parco del Pollino, è un appuntamento che coniuga oggi il Cuore delle etnie con la tradizione e le identità. "

L'afferma l'Amministrazione comunale di Castrovillari attraverso il Sindaco, Domenico Lo Polito, ricordando che nella "Città festival", dei festivals riconosciuti, dal 16 al 23 agosto il dialogo e gli scambi, tra culture diverse, prendono forma e movenze, proprio a partire da questo assunto, attraverso sonorità e ritmi unici, patrimonio inestimabile dell'Umanità e delle popolazioni della Terra.

Tutto ciò si muove grazie alla capacità di associazioni, come quella che s'implica in questa manifestazione, suscitata dalla condivisione di un'idea di popolo che si nutre di valori radicati ed esperienze da partecipare.

Ecco allora l'iniziativa che si dipana tra la gente e in piazza, fatta di circostanze creative, annodate dalla passione e grinta nonché da una forza relazionale e sociale che sconcerta per come trasporta ed include.

Un'azione che tende continuamente a riguadagnare- ricordano ancora gli amministratori- ciò che è stato ereditato per possederlo con dignità e come si propone, da più lustri, questo meeting di Colori e sensibilità temperamentali.

Da qui l'incontro per affermare il ruolo della Cultura e del Costume di ciascuna Comunità, che diviene Bellezza e Gusto nel far rivivere.

Perciò l'evento organizzato ogni anno con certosina attenzione, teso a rendere al meglio il messaggio di amicizia, integrazione e accoglienza che s'innalza da questo Territorio dove la gente lo custodisce, per carattere, da secoli.

Un fattore che sarà il "filo rosso" delle giornate tra le performances che i Gruppi, rappresentanti le nazioni, offriranno.

Mercoledì 8 agosto, a Morano, la IX Rassegna del Folklore Internazionale

Presentata presso la Camera di Commercio di Cosenza la IX Rassegna del Folklore Internazionale promossa dall'associazione culturale "Calabria Citra" e patrocinata e sostenuta da una serie di istituzioni, in primis il Comune di Morano, il Parco Nazionale del Pollino e, per l'appunto, l'ente camerale bruzio.

La manifestazione, calendarizzata per mercoledì 8 agosto, ore 21.30, si terrà nell'ampio piazzale dedicato a san Giovanni Paolo II, a valle del centro storico, la bellezza paesaggistica del quale si offre da questa prospettiva in tutta la sua bellezza.

Oltre all'Italia, rappresentata dal gruppo minifolk "Miromagnum" di Mormanno, partecipano l'Equador, la Francia e la Tailandia. Con una vera e propria esplosione di colori, musiche e danze selezionate rigorosamente e proposte a un pubblico che si annuncia, come peraltro nelle passate edizioni, numeroso e competente.

Hanno tracciato le coordinate dell'evento l'assessore alla Cultura presso la municipalità moranese Rocco Antonio Marrone, il presidente del sodalizio Calabria Citra, Remo Chiappetta, la dr.ssa Graziella Russo, funzionaria della Camera di Commercio. I lavori sono stati accompagnati e conclusi dal sindaco di Morano, Nicolò De Bartolo.

E' stato variamente evidenziato l'ottimo rapporto di collaborazione tra i diversi enti coinvolti nell'organizzazione. Il dr. Rocco Antonio Marrone ha posto l'accento sull'«importanza che assume l'iniziativa nel contesto territoriale, sia per le concrete opportunità di incontro e sviluppo di reti e relazioni tra popoli e culture fra loro assai distanti, sia per le possibilità di incremento del flusso turistico, quindi direttamente connesse all'economia del posto».

Similmente Remo Chiappetta, il quale ha dapprima ringraziato gli enti finanziatori, quindi illustrato nello specifico le modalità di svolgimento di ciò che sembra essere «destinato ad attestarsi non come semplice spettacolo folcloristico bensì quale fattore di ricerca e valorizzazione delle identità popolari. Attraverso accurati studi – ha osservato Chiappetta - si è riscontrato come il folklore abbia mutato il modo di porsi, presentandosi con spettacoli fondati su fatti e itinerari storici in grado di produrre un apprezzamento delle antiche origini, degli usi e dei costumi, specie per le nuove generazioni. Un risultato che inseguiamo da tempo e che, ne siamo certi, ha già cominciato a sortire l'effetto sperato».

«Nel suo processo di individuazione dei beni immateriali esistenti in provincia, la Camera di Commercio – ha spiegato la dr.ssa Graziella Russo -intende tutelare il patrimonio intangibile, proponendosi quale cabina di regia operativa e presente nel territorio. Alfine di costruire un mosaico composto dalle diverse realtà provinciali, candidabile a "bene immateriale dell'Unesco", è stato allestito un ricco programma denominato "Incanto Cosentino – Arte, Natura, Cultura", all'interno del quale – ha informato la Russo - sono stati inseriti anche gli appuntamenti radicati in Morano, la "Festa della bandiera 2018" e la "Rassegna Internazionale del Folclore", entrambe, come noto, cofinanziati dalla Camera».

Ha concluso i lavori il sindaco dell'antico borgo del Pollino, Nicolò De Bartolo. Il quale ha sottolineato come «l'Amministrazione sia attenta alla valorizzazione delle emergenze locali e delle energie positive provenienti dalla società civile». «Abbiamo investito professionalità e, nei limiti consentiti dal Bilancio, risorse nella realizzazione di un progetto che, partendo da una nuova visione d'insieme e passando per la recente istituzionalizzazione degli eventi più importanti, siamo certi non mancherà di recare soddisfazione alla comunità. Una nota di merito per aver condiviso il nostro percorso – ha aggiunto il primo cittadino - alla compagnia "Calabria Citra", nelle persone di Remo Chiappetta e Luigi Stabile, nonché alla Camera di Commercio, dalle funzioni apicali, penso al presidente Klaus Algieri, a quelle tecniche, mi riferisco alla dr.ssa Graziella Russo. Siamo sempre più convinti – ha concluso De Bartolo - che solo cooperando e sacrificandoci insieme, con coraggio e umiltà, potremo immaginare un futuro migliore per la nostra terra».

Corigliano Rossano: domenica alla Chiesa del Carmine “La Bellezza. Eroi ed Eroine del Passato”

Antonio Trebisonda, Natale Avolio, Franco Cirò, Mario Felicetti, Antonio De Rosis, Placido Bonifacio, Annelise Passerini, Maria Viteritti, Anna Lasso, Fabiola Madeo, Anna Tavernise, Letizia Gentile, Rita Zampino, Iole Aragona, Stefania Zangaro, Lisa Polino, Maria Romeo, Anna Minnicelli. Questi i nominativi dei lettori/interpreti protagonisti de "LA BELLEZZA. Eroi ed Eroine del Passato", il nuovo viaggio letterario curato, con l'impegno e la dedizione di sempre, dal professor Giuseppe De Rosis nell'ambito di un'iniziativa ideata dalla Chiesa del Carmine di Corigliano, grazie alla sensibilità di Don Gaetano Federico, parroco delle Chiese del Carmine e di Sant'Antonio. L'appuntamento è per domenica 12 agosto, alle ore 21.00, presso la Chiesa del Carmine e prevede i saluti dello stesso Don Gaetano Federico. I lavori saranno introdotti e coordinati dalla dott.ssa Anna Milieni. Interverrà il professor Giovanni Pistoia. I momenti musicali saranno eseguiti dall'arpista Maria Vyazigina. La regia tecnico-audio come di consueto affidata alla professionalità del professor Francesco Verardi.

Da Cardarelli ad Eschilo, da Omero a Pascoli, da Pericle a Ritsos, da Saffo a Sofocle, e ancora Vecchioni, Virgilio, Wolf. Numerosi gli autori che si sono occupati della Bellezza nelle loro opere, che rivivranno domenica 12 agosto, come numerosi i personaggi – Agamennone, Aiace, Cassandra, Clitemnestra, Creusa, Fedra, Ismene, Le Sirene, Nausicaa, Saffo, Ulisse – incarnati da donne e uomini del nostro tempo. Una serata suggestiva nella quale, a mo' di navigazione rapsodica, la Bellezza sarà narrata dal professore De Rosis e dai suoi collaboratori.

Alla scoperta delle Best Practice del CLA nell’incontro annuale in cui si raccontano strategie didattiche per crescere e migliorare insieme

La fine di un anno accademico è un tempo di bilanci anche dal punto di vista didattico, un momento per riprendere fiato e fare tesoro del tempo trascorso. Si punta sempre a migliorare: con questa prerogativa ogni anno il Centro Linguistico di Ateneo dell'UniCal dedica un appuntamento alle Best Practice messe in campo dagli insegnanti che accompagnano i percorsi di formazione linguistica rivolti sia alla popolazione studentesca che al territorio. "Un confronto costruttivo è sempre alla base di ogni miglioramento piccolo o grande che sia – conferma la professoressa Argondizzo, presidente del CLA e fautrice dell'iniziativa – e nell'insegnamento rimodulare il proprio modo di esporre, temprare approcci nuovi e sperimentare strategie innovative porta a dei cambiamenti positivi che è bello e importante condividere con gli altri per creare un ambiente sano e costruttivo per allievi e insegnanti".

Si scopre così che nelle aule del CLA hanno fatto il loro ingresso canzoni di artisti internazionali poiché attraverso l'ascolto gli studenti potessero imparare in maniera creativa e stimolante la giusta pronuncia, la costruzione dei testi e i contesti in cui vengono utilizzate determinate parole. Sono state proposte idee a proposito dell'utilizzo del dizionario monolingue, capace di ampliare in modo naturale il vocabolario degli studenti. Si è prestata attenzione a nuovi libri di testo e si è discusso sulla modernizzazione dei test di valutazione. Gli interventi hanno visto protagonisti Salvatore Luberto, Nadia Iera, Roberta Berlingo, Rudy Bonofiglio, Stefano Capano e Lorenza Iuliano, Sandra Genoese, Maria Amono, Alessandra Ficarra, Donato Martano, Andrea Checchetti, Maria Clotilde Bruno. L'introduzione di video, le strategie didattiche legate a contesti e situazioni specifiche, come sono i roleplay, hanno completato la giornata incontro dedicata alle Migliori Attività svolta nel segno della peer education.

"Le idee, frutto di intraprendenza e creatività, sono la vera ricchezza di un team giovane ed esperto che ha voglia di sperimentare e di crescere nel rispetto ciascuno del proprio stile e delle proprie esperienze, tenendo sempre in considerazione tecniche di insegnamento che rispettino il ruolo centrale degli studenti e delle studentesse – conclude Argondizzo – Per questo incontri di confronto in cui gli Instructor possano arricchirsi vicendevolmente sono incoraggiati e fortemente voluti dal Centro Linguistico di Ateneo, come una delle pratiche migliori che possono essere messe in campo per valorizzare il lavoro svolto e dare nuova linfa all'insegnamento.

Il 12 agosto a Bocchigliero (Cs) la seconda edizione della "Notte Rosa"

Avrà luogo il 12 Agosto a Bocchigliero (CS) in Piazza del Popolo la seconda edizione della "Notte Rosa", organizzata dal Dipartimento Diritti Umani e Libertà Civili di Forza Italia della Calabria, guidato da Maria Josè Caligiuri. Una giornata ricca di eventi, che vedrà la partecipazione attraverso stands di artigiani, artisti e produttori di specialità locali. Alle ore 20,30, il dibattito dal tema "Insieme si può", registrerà eccellenti presenze, che non affronteranno solo il tema della violenza alle donne, ma anche il tanto decantato e mai risolto tema della disabilità. Tra i relatori anche, Marisa Garofalo, Giuseppe Bruno-Avvocato- criminologo, e i presidenti di alcune associazioni, che operano nel mondo della disabilità. La serata, si concluderà con il concerto di Stefania Calandra.

Note di fuoco 2018: Belvedere si riconferma la regina dei fuochi d'artificio

Anche l'estate 2018 sarà ricordata a Belvedere, e in tutto l'Alto Tirreno Cosentino, per i suggestivi spettacoli pirotecnici a ritmo di musica che già da sette anni animano la manifestazione "Note di fuoco", realizzata dall'associazione CreativaMente.

Vincenzo Martorelli (presidente), Raffaele Pantano (vicepresidente), Francesco Siciliano (tesoriere e direttore artistico) e Federica Perre (segretaria) sono i nomi dei quattro giovani dell'associazione che porta avanti il progetto. Quest'anno il festival si è svolto il 27, 28 e 29 luglio, confermando numeri importanti che hanno sfiorato le 40.000 presenze nei tre giorni della manifestazione. In programma, oltre ai suggestivi fuochi d'artificio che esplodono dalle piattaforme galleggianti nella attraente cornice di Capo Tirone ed eseguiti dai grandi maestri Italiani e Internazionali dell'arte pirotecnica a partire dallo scoccare della mezzanotte (quest'anno è toccato alla Dextrin Fireworks della Polonia, alla PyroUnion della Germania e alla Chiarappa Fireworks dell'Italia), c'è stata anche la partecipazione di importanti ospiti. Tra gli invitati, c'erano il senatore Ernesto Magorno, il consigliere regionale Giuseppe Aieta, il direttore del Conservatorio Tchaikovsky di Nocera Terinese Filippo Arlia, l'ideatore del festival poetico "Il Federiciano" e del progetto "Il Paese della Poesia" Giuseppe Aletti insieme alla giornalista e addetto stampa Caterina Aletti, lo scrittore Romano Pitaro, il direttore dell'Aias (sezione di Cetraro) Antonio Maurizio Arci, l'amministratore Antonio Caruso della società di servizi alla nautica da diporto Mercatore srl, il direttore vendite flotte & business della Fca Alessandro Grosso, i ristoratori "Fratelli De Angelis" e il calciatore Alessandro Rosina. Ad impreziosire l'evento, oltre ai nomi delle eccellenze calabresi appena citati e premiati nel talk show "Ndf Award" condotto dalla conduttrice televisiva calabrese Francesca Russo, dallo speaker Italo Palermo e dal giornalista sportivo di Sky Sandro Donato Grosso, con interventi degli speaker Francesca Lagoteta, con la partecipazione di Renato Lancellotta dall'impianto centrale, c'è stata la registrazione di una puntata della trasmissione televisiva "The Boat Show", in onda su Sky e condotta da Sandro Donato Grosso, proprio durante il festival, per la regia di Claudio Cavillotti. E poi, ancora, spettacoli teatrali, sfilate di moda, intrattenimenti musicali, artisti di strada e tanti stand espositivi.

In sintesi, una "tre giorni" di animazione, divertimento, grande affluenza turistica, che hanno confermato Belvedere come la cittadina "regina dei fuochi d'artificio" in Italia.

A Cosenza "Note sotto le stelle"

Note sotto le Stelle - L'amministrazione comunale di Cosenza ha cofinanziato e patrocinato l'evento "Note sotto le stelle", promosso dall'Associazione culturale Cosenza Autentica; un evento musicale di spessore per la comunità cosentina e non solo: un recital per pianoforte solo del Maestro Alessandro Marano.

Il concerto avrà luogo il 9 Agosto prossimo alle ore 21.30, nel quartiere Bosco De Nicola (parcheggio antistante la "Sala del Regno dei Testimoni di Geova"), "sotto le stelle" come recita per l'appunto il manifesto dell'evento.

Il pianista cosentino Alessandro Marano propone un programma vario ed incentrato nella prima parte su musiche di Franz Liszt spaziando fra i virtuosismi degli Sudi trascendentali per poi passare alle trascrizioni da opere di Verdi, al fine di perpetrare con quest'ultime quel messaggio di divulgazione culturale affrontato già dal compositore ungherese.

A seguire i Quadri da una esposizione di Modest Mussorgsky, grandiosa composizione di solenne matrice russa dalle sorprendenti colorazioni timbriche e dalle incredibili ispirazioni figurative.

La direzione artistica è affidata a Giulio Melicchio, progettista e presidente dell'associazione promotrice dell'evento.

L'ingresso è libero e gratuito.

La programmazione estiva di Falconara Albanese

Continua, dopo i primi eventi di apertura, il programma dell'estate falconarese, organizzato ed ideato dalle associazioni del territorio, con il patrocinio del comune di Falconara Albanese, che terranno compagnia a turisti e locali con eventi, incontri, arte, sport, musica e danza.

Dopo l'apertura con la giornata "Aquiloni in festa", dedicato ai più piccoli, ideato dal comitato Progresso Cittadino e l'associazione Kroj Vjetr, e l'estemporanea di pittura a cura della Pro Loco arrivata alla tredicesima edizione, a continuare con gli eventi nel mese di agosto, la giornata dedicata allo sport svolta venerdì 3 agosto e curata da Progresso Cittadino, organizzata insieme alla scuola calcio Nuova di Fiumefreddo G.A.

Dalla volontà di percorrere strade "dimenticate", e dall'unione tra Pro Loco, Comitato Cittadino e Kroj Vjetr, oggi domenica 5 agosto si è partiti alla volta dei vecchi sentieri, quando a guidare i partecipanti verso la grotta del brigante è stato il gruppo speleologico "Forre del Tirreno".

A riempire la sera lunedì 6, invece, ben due eventi: alle 19 e 30 evento di poesia e musica al tramonto nel centro storico, con la presentazione del libro di Emanuele Carnevale "Coriandoli", raccolta di poesie che sarà accompagnata dalle note di Domenico Di Santo, moderati dalla giornalista Debora Calomino, organizzato dal Comitato Cittadino. Alle 21 e 30 ci si sposterà invece a Torremezzo per Moda Dancing, arrivato quest'anno alla terza edizione, durante il quale a fare da padrone saranno la moda e la danza, con sfilate ed esibizioni, che sfoceranno in uno spettacolo musicale con i Zabatta Staila e Solfami, curato dall'Assopec.

Sempre organizzato dal Comitato Progresso Cittadino, al fine di ravvivare uno dei vecchi quartieri del centro storico, Curtina in festa il 9 agosto, quando musica dal vivo, danze ed enogastronomia terranno svegli il piccolo paese arbereshe fino a tardi.

Spazio anche ai più piccoli con il laboratorio ludico di Kroj Vjetr nel pomeriggio di venerdì 10, che passerà la parola ad una serie di date organizzate dalla Pro Loco a ridosso di ferragosto a partire da domenica 12: dall'esibizione di Nos Tres live band, a quello dei Mbusi & Asciutti, entrambi in piazza Pertini, seguiti da Falconara in Mostra di martedì 14 quando ci sarà la visita guidata che toccherà più tappe del centro, concludendo la serata con uno spettacolo musicale in piazza del popolo.

Da sempre molto sentita all'interno della comunità, il 15 di agosto si svolgeranno i festeggiamenti in onore dell'Assunta, durante i quali si svolgerà la processione che sfocerà in uno spettacolo musicale e di fuochi d'artificio, il tutto organizzato dall'associazione parrocchiale.

Il 16 agosto di nuovo protagonista l'associazione Kroj Vjetr con l'evento Parcolandia, un'intera serata durante la quale i più piccoli potranno divertirsi tra giochi e gonfiabili. Senza dimenticare anche i più grandi, che venerdì 17 potranno cimentarsi in una gara di dolci, in piazza Pertini, e in una di salato giovedì 23 presso la villetta di Torremezzo, eventi organizzati entrambi da Progresso Cittadino, intervallato dalla giornata dello sport di sabato 18 a cura della Pro Loco.

Una serie di eventi che è stato possibile organizzare grazie alla disposizione di tutte le associazioni del territorio, che dopo vari incontri collettivi, e decidendo di collaborare tra di loro, hanno dato vita ad un calendario di eventi mai così ricco fino ad ora.

"Orsomarso in festa": il programma

Quando la luce del tramonto scende sul piccolo e suggestivo borgo di Orsomarso, la musica si diffonde per le piazze, i colori dipingono le strade, l'arte impreziosisce quanto la natura ha donato, i sapori e i gusti inconfondibili rendono unica un'esperienza già di per sé indimenticabile.

Questo è quanto succederà per tutto il mese di agosto nel centro storico di quella che è considerata la porta sul Mar Tirreno del Parco Nazionale del Pollino.

Sono stati già un successo di pubblico i concerti dei Sing Swing e del tenore Giuseppe Gambi, anticipati dalla rappresentazione teatrale "Totò, Peppino e i fuorilegge" della compagnia teatrale Progetto "Sipario senza Barriere", ma sarà ancor più grande il successo atteso per i tantissimi spettacoli e gli eventi collaterali di ogni genere previsti nel cartellone, pensati per soddisfare le esigenze e i gusti delle migliaia di persone che assisteranno alle iniziative di Orsomarso in Festa 2018.

Un programma estivo messo su dal sindaco Antonio De Caprio e dalla sua amministrazione comunale, in collaborazione con la locale Pro Loco, con la banda musicale Santa Cecilia e con tante altre associazioni ed enti, che hanno patrocinato gli spettacoli in cartellone.

Si arriverà sino a Ferragosto con due grandi eventi, molto attesi per il successo ottenuto nelle precedenti edizioni: l'Orsomarso Music Festival, sotto la direzione artistica di Arturo Blundi, che giovedì 9 agosto si concluderà alle ore 21.30, nella centralissima piazza Aldo Moro, con il concerto della cantante Mariella Nava, e con "Dai Saperi ai Sapori", la kermesse di cultura e gusto che domenica 12 e lunedì 13 animeranno il centro storico del paese con intrattenimenti musicali, allietati nei palati di quanti attraverseranno il percorso enogastronomico disposto lungo le strade del borgo con i gusti delle tipicità orsomarsesi.

Una prima parte di avvenimenti pensato anche per far divertire i bambini, cui seguiranno gli eventi di Borgo e Sapori, Peperoncino nel Parco e ArTeatro Orsomarso. Ma di questo sarà il sindaco Antonio De Caprio a riparlarne tra qualche giorno, quando la stagione estiva avrà raggiunto il clou di presenze e gradimento di quel piccolo borgo posto alle porte Parco Nazionale del Pollino, che rivolge il suo sguardo al vicino Mar Tirreno.

Il Premio "Don Giovanni Berlingieri" 2018 è stato assegnato a don Roberto Oliva

Il Premio "Don Giovanni Berlingieri" 2018 è stato assegnato a don Roberto Oliva, della diocesi di San Marco Scalea, per la tesi di Baccalaureato dal titolo Profezia e conversione: dimensioni costitutive della Chiesa.

La consegna del riconoscimento - che consiste in una borsa di studio - è avvenuta in Lauropoli nella Chiesa della Presentazione di Gesù al Tempio, nel corso della celebrazione della Santa Messa in memoria di don Giovanni Berlingieri, apprezzato e amato parroco, nonché docente presso l'Istituto Teologico Calabro di Catanzaro, aggregato alla Pontificia università dell'Italia Meridionale di Napoli. Ha presieduto la Santa Messa don Vincenzo Lopasso, direttore dell'Istituto Teologico Calabro di Catanzaro, e hanno concelebrato don Pietro Martucci, don Michele Munno e don Roberto Oliva.

Quest'ultimo giovane sacerdote della vicina diocesi di San Marco Argentano - Scalea è stato premiato per la sua tesi di Baccalaureato che ha discusso a Catanzaro.

Durante l'omelia don Lopasso ha sottolineato lo spessore umano, spirituale e culturale di don Berlingieri, auspicando una fervida ripresa delle attività in sua memoria coinvolgendo non solo i parenti e gli amici della fondazione a lui intitolata ma anche la comunità parrocchiale e quella dell'Istituto teologico. In proposito il parroco don Pietro Martucci ha reso noto che è suo fermo proponimento di destinare parte delle offerte elargite dai fedeli nel corso dei festeggiamenti della Madonna della Candelora (due febbraio) a rimpinguare il fondo per continuare l'assegnazione della borsa di studio a uno studente dell'I.T.C. .

Nell'ultimo biennio, per carenza di fondi, la Fondazione Don Berlingieri non è riuscita a far fronte agli impegni assunti in precedenza; la borsa di studio è stata comunque assegnata grazie all'intervento della famiglia di don Giovanni.

Don Roberto Oliva ha analizzato il delicato rapporto della Chiesa con il mondo nel corso della storia della Chiesa e le alterne vicende che nel Concilio Ecumenico Vaticano II (1962-1965) trovano uno snodo importante di interpretazione e riforma.

< E' necessaria pertanto –aggiunge don Oliva - nella Chiesa la formazione di una prassi autocritica che tenga conto delle voce dei fedeli, alla luce dell'ecclesiologia del popolo di Dio. La Chiesa, popolo di Dio, se si lascia autoevangelizzare attraverso la prassi dell'autocritica non avvertirà nei confronti del mondo atteggiamenti di opposizione o antipatia, ma si sentirà Chiesa nel mondo senza la paura di condividere con la società gli spazi della cultura postmoderna>.

Don Giovanni Berlingieri, nato a Lauropoli nel 1956, è stato ordinato sacerdote il 20 luglio 1980, si dedicò alla vita pastorale e all'attività di docente di "Sacre scritture" e "Metodologia" nell'Istituto di scienze religiose "Card. La Fontaine " di Cassano, diventandone segretario e direttore. A Catanzaro è stato docente di teologia nell'Istituto teologico "S. Pio X", aggregato alla Pontificia facoltà teologica dell'Italia meridionale di Napoli. Don Berlingieri, nel corso della sua breve esistenza (appena 43 anni) ha profuso le sue energie nello studio e nell'attività pastorale. Si è laureato in Sacre scritture nella Pontificia università gregoriana di Roma (la sua tesi fu pubblicata nella collana "Analecta"). Successivamente aveva conseguito la laurea in Pedagogia presso la Lumsa di Roma e stava per conseguire la laurea in giurisprudenza: ma un male glielo ha impedito. E' stato umile e coscienzioso parroco della Presentazione del Signore, in Lauropoli, dal settembre 1991 al febbraio 1998. la costituzione della Fondazione, a lui intitolata, vuole onorarne la memoria e perpetuarne il ricordo.