Cosenza
 

Corigliano Rossano: via a piano di rinegoziazione mutui

Mettere in campo ogni possibile intervento teso a garantire il mantenimento degli interventi essenziali per la collettività in un momento di oggettiva difficoltà del tessuto economico e produttivo, che richiede di valorizzare la funzione sociale dell'Ente, a seguito dell'emergenza sanitaria dovuta al Covid-19. L'Amministrazione Comunale rinegozia il residuo debito al 1° gennaio 2020 di 158 mutui.

È quanto contenuto nella delibera approvata dalla Giunta Municipale di Corigliano Rossano attraverso la quale si accetta la proposta della Cassa Depositi e Prestiti Spa. A darne notizia è l'assessore al bilancio Giovanni Palermo.

L'obiettivo dell'operazione – si legge nel documento – è quello di migliorare il valore finanziario del portafoglio di debito; eliminare potenziali rischi di tasso e costi di estinzione elevati; rimodulare la distribuzione dei flussi di pagamento delle rate nel tempo, in un'ottica di gestione attiva e dinamica dello stock di debito; ridurre l'incidenza degli oneri di ammortamento dei mutui sul complesso delle spese previste nel bilancio 2020-2022 e nei successivi fino al 2043 sulla base delle esigenze di bilancio conseguenti alla situazione emergenziale causata dall'epidemia di Covid-19, che si traducono in una contrazione di risorse tale da compromettere il livello dei servizi e delle prestazioni a favore della cittadinanza.

L'operazione di rinegoziazione sarà perfezionata mediante la stipula tra l'Ente e la Cassa depositi e prestiti S.p.a. Saranno iscritte le rate nella parte passiva del bilancio, per il periodo di anni considerato nel relativo piano di ammortamento. Saranno soddisfatti per tutta la durata dei mutui medesimi i presupposti di impignorabilità delle somme destinate al pagamento delle rate.

Attraverso la delibera, inoltre, si dà atto che il presente provvedimento determina riflessi diretti o indiretti sulla situazione economico finanziaria dell'ente quale minore spesa sugli esercizi 2020-2022 pari alla ridotta rata di ammortamento derivante dall'operazione di rinegoziazione del mutuo. Si provvederà all'aggiornamento degli stanziamenti del Bilancio di Previsione 2020-2022, adeguandoli ai nuovi piani di ammortamento dei mutui oggetto di rinegoziazione.