Cosenza
 

Giornata nazionale della Legalità: a Caloveto sventolano lenzuola bianche

Come una goccia nel mare, anche una piccola comunità dell'entroterra può esprimere e dare forza ad un percorso che, come quello dell'educazione e promozione dei valori della legalità, ha bisogno del sostegno e dell'impegno di tutti. Dal basso. La lotta contro tutte le mafie e le forme di criminalità ha bisogno di condivisione e consapevolezza, da rigenerare e vivificare ogni giorno. Con comportamenti eloquenti e gesti simbolici, inequivocabili. A partire da quanti hanno responsabilità istituzionali.

È quanto dichiara il Sindaco Umberto Mazza esprimendo soddisfazione per come tutta la piccola comunità di Caloveto ha risposto al flash mob nazionale per ricordare, nell'ambito della Giornata nazionale della Legalità (sabato 23 maggio) le terribili stragi di Capaci e di via d'Amelio, dove persero la vita tra gli altri, i giudici anti-mafia Giovanni Falcone e Paolo Borsellino.

Gli uomini passano, le idee restano e continuano a camminare sulle gambe di altri uomini. È per dare seguito alla più celebre citazione di Falcone che l'Amministrazione Comunale ha inteso aderire all'iniziativa alla quale ha invitato a partecipare tutti i concittadini. Insieme alle lenzuola bianche che sventolavano dai tantissimi balconi e delle finestre del piccolo ma vivace borgo della Sila Greca, da sempre sensibile ad iniziative sociali come queste, l'Amministrazione Comunale ha fatto esibire il Tricolore ed illuminare il Palazzo di Città e Piazza dei Caduti con i colori della Repubblica Italiana.