Cosenza
 

San Giovanni in Fiore, Candelise e Perri: "Il presidente del consiglio ci ammonisce senza dirci il perchè"

Il Presidente del Consiglio avv. Domenico La Cava ha inteso ammonire pubblicamente, con un comunicato apparso sui social, il Sindaco Pino Belcastro e "tutti" i Consiglieri comunali rispetto ad un "comportamento poco consono del ruolo" ricoperto, invitando tutti ad una maggiore responsabilità" .

Rispetto a ciò i Consiglieri comunali Tonino Candelise e Gino Perri chiedono al Presidente La Cava di essere informati tempestivamente ed in maniera dirimente sulle circostanze che lo hanno indotto ad assumere un simile grave atto. "Siamo rimasti basiti" nel leggere il comunicato stampa del Presidente del Consiglio pubblicato sui social, affermano Candelise e Perri, atteso che eventuali controversie dovrebbero essere discusse ed affrontate prioritariamente nelle sedi opportune, anche a garanzia di quel confronto democratico ed imparziale che un Presidente del Consiglio ha l'obbligo di assicurare a tutti i Consiglieri. L'iniziativa del Presidente La Cava pertanto, ci è apparsa del tutto fuori luogo non solo perché tenta di mettere alla berlina i Consiglieri seminando un discredito generalizzato su cui non si può neanche intervenire perché non si conosce l'accusa, ma soprattutto tira in ballo, in maniera inappropriata, la figura del Sindaco che non può essere certo "ammonito pubblicamente" dal suo Presidente del Consiglio. Nella storia della Repubblica, non ricordiamo, sia mai accaduta una cosa del genere, ma tant'è. Detto ciò, chiediamo al Presidente del Consiglio di essere tempestivamente informati per iscritto dei motivi che hanno spinto lo stesso a formulare "l'ammonimento" pubblico. Ciò a salvaguardia ed a tutela dell'immagine pubblica del Sindaco, dei singoli Consiglieri e dello stesso Consiglio Comunale. Certo San Giovanni in Fiore, come del resto l'Italia tutta ed il mondo intero, sta vivendo un momento drammatico per la pandemia da coronavirus, che sta generando anche una gravissima crisi economica, di cui tutti ci dovremmo occupare evitando polemiche inutili. E' questo l'invito che rivolgiamo al Presidente La Cava che peraltro, sta presiedendo numerose conferenze di capigruppo su cui non siamo assolutamente informati e per le quali chiediamo di poter visionare i verbali redatti. Ciò al fine di poter contribuire, per come è nostro dovere, a risolvere eventuali problematiche attinenti alla comunità florense, di cui anche noi siamo "rappresentanti". Siamo certi che il Presidente La Cava, concludono i Consiglieri Candelise e Perri, terrà nella dovuta considerazione queste nostre legittime richieste, convocando al più presto un'apposita riunione.