Cosenza
 

Il Segretario Generale del Censis, Giorgio De Rita, in Camera di Commercio di Cosenza

Il Segretario Generale del CENSIS, Giorgio De Rita, ha presentato oggi in Camera di Commercio di Cosenza, per la prima volta nel Sud Italia, i contenuti del 53° Rapporto CENSIS sulla situazione sociale del Paese.

In considerazione dell'attuale situazione di emergenza sanitaria e degli eventi sismici dello scorso pomeriggio, la presentazione del rapporto è avvenuta alla presenza di un numero ristretto di consiglieri camerali invece che pubblicamente, come programmato.

L'ing. De Rita ha discusso con i presenti fornendo numerosi spunti per un'analisi disincantata della nostra società, dalle attese per il futuro al rapporto con la politica, dall'impoverimento demografico del Sud al calvario quotidiano di cittadini e imprese nelle relazioni con lo Stato e le sue emanazioni, per concludere con i "grumi" positivi di nuovo sviluppo: l'impatto delle innovazioni 4.0 su impresa e lavoro; il recupero di aspettative nei confronti dell'Europa, ma anche le nuove aggregazioni per stili di vita e l'attenzione al clima e alla sostenibilità.

«Le dinamiche sociali rappresentano il punto di partenza per la comprensione del Paese, dei fenomeni economici e politici che caratterizzano ogni epoca storica», evidenzia l'ing. De Rita. «Il Rapporto registra una società incerta e spaventata rispetto al futuro ma in cui si intravedono segnali di una ritrovata speranza, nelle imprese, innanzitutto, ma anche nei cittadini. Una maggiore consapevolezza nel fatto che non può esservi benessere individuale senza assumersi la responsabilità di agire per il benessere collettivo. In questo senso, nella ricerca dei punti di ripartenza non si potrà aggirare il problema di disporre di una "classe dirigente" in grado di tenere insieme una collettività individuando gli sforzi comuni da compiere e la direzione verso cui muoversi», continua il segretario del CENSIS, ponendo l'accento sul ruolo dei corpi intermedi che, come la Camera di Commercio di Cosenza, contribuiscono in modo forte alla governabilità di un territorio.

«Un territorio che negli ultimi anni sta perdendo risorse umane in uno stillicidio, soprattutto di giovani, verso l'estero e le regioni del nord», come afferma il presidente Algieri. «Un impoverimento demografico e un progressivo invecchiamento della popolazione che occorre contrastare creando occasioni di sviluppo, puntando, ad esempio, sulla cultura e sul turismo, vere leve strategiche, e riscoprendo il ruolo di quegli organismi intermedi cui è demandato il compito di interpretare i bisogni e le necessità delle comunità locali, in una posizione di cerniera e composizione di interessi rispetto ad una politica che deve pensare alle nuove generazioni, più che ai bacini di consenso elettorale».

Nel corso della presentazione, il Presidente della Camera di Commercio di Cosenza ha proposto al Segretario del CENSIS la realizzazione di un Rapporto sulla situazione sociale della Calabria, per fornire ai decisori istituzionali ulteriori strumenti di conoscenza del territorio in grado di supportare scelte di programmazione più consapevoli. L'ing. De Rita ha dato la disponibilità del CENSIS, fermo restando che un progetto di questa portata presuppone comunque il coinvolgimento dei principali attori sociali oltre che del supporto offerto dalla Camera di Commercio dal punto di vista operativo.

Per ulteriori informazioni è possibile contattare la Camera di commercio di Cosenza, persona di riferimento Daniele Ziccarelli, e-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. .