Cosenza
 

Carolei (Cs), aggredì capitano dei carabinieri: consulenza psichiatrica per ex maresciallo

Sarà una consulenza psichiatrica a stabilire se l'ex maresciallo della stazione dei carabinieri di Carolei (Cosenza), Ivan Pucci, che la sera del 10 gennaio scorso prese a calci e pugni il capitano Giuseppe Merola, fosse capace di intendere e volere quando si scagliò contro il suo diretto superiore e se lo è anche oggi. A deciderlo è stato il giudice Urania Granata. L'ex maresciallo, arrestato e poi posto ai domiciliari, è accusato di lesioni, sequestro di persona e resistenza a pubblico ufficiale. La causa dell'aggressione starebbe nel provvedimento con cui il capitano gli notificò l'assegnazione alla compagnia di Corigliano-Rossano. Una volta ricevuta, Pucci si diresse nella caserma "Paolo Grippo" di Cosenza, entrò nell'ufficio del superiore, chiuse la porta a chiave (che lanciò dalla finestra) e aggredì violentemente il capitano. La mattina dopo, l'ex maresciallo tentò di suicidarsi ingerendo delle pillole. Nell'udienza di ieri, come scrive la Gazzetta del Sud, il capitano Merola si è costituito parte civile.