Cosenza
 

Biblioteca civica di Cosenza, l'assessore Succurro incontra il sottosegretario ai Beni culturali

L'Assessore Rosaria Succurro ha incontrato nei giorni scorsi a Roma, nella sede del Ministero ai Beni Culturali, il sottosegretario Anna Laura Orrico, per affrontare le problematiche che affliggono la Biblioteca civica di Cosenza. All'incontro con il sottosegretario hanno partecipato, oltre all'Assessore Succurro, anche il Presidente della Provincia di Cosenza, Franco Iacucci, e, in rappresentanza del Presidente dell'Accademia Cosentina, prof.Leopoldo Conforti, il Prof.Mario Bozzo. L'incontro romano ha preceduto di qualche giorno quello di lunedì scorso tra il Sottosegretario Orrico e le associazioni culturali convocato nella sede della Biblioteca nazionale di Cosenza ed al quale non era prevista la partecipazione dei rappresentanti delle istituzioni, Comune e Provincia, soci fondatori della Biblioteca civica.

"Il Comune di Cosenza – ha sottolineato l'Assessore Succurro - ha ben presenti le problematiche che angustiano la Biblioteca civica e farà tutti gli sforzi che rientrano nelle sue possibilità per avviarle a soluzione. Anche per il 2019 il Comune ha confermato la posta di bilancio di 104 mila euro e nell'ultimo quadriennio la Biblioteca civica ha beneficiato di un fondo comunale di oltre 400 mila euro. Apprezziamo lo sforzo del sottosegretario Orrico che sia nel corso dell'incontro avvenuto la scorsa settimana a Roma, sia in quello di lunedì scorso con le associazioni, ha mostrato la volontà di occuparsi del futuro della Biblioteca, manifestando il proposito di farsi carico, d'ora in avanti, dei costi derivanti dagli immobili di proprietà demaniale, mentre nessun impegno ha inteso assumere in ordine al debito pregresso nei confronti dello stesso demanio.
Sul fronte degli stipendi ai dipendenti della Biblioteca, Comune e Provincia hanno ribadito, nel corso dell'incontro con il sottosegretario ai Beni culturali, che saranno in grado di farvi fronte anche per il futuro. Rispetto, invece, alla eventualità, paventata dal Sottosegretario, che la Biblioteca civica possa essere accorpata alla Nazionale e quindi diventi di pertinenza del Ministero, con l'automatico assorbimento dei dipendenti, l'Assessore Succurro ha espresso, invece, la posizione dell'Amministrazione comunale che è quella di conservare l'autonomia di gestione, affinché la Civica mantenga la sua peculiarità, fermi restando gli accordi di valorizzazione, attraverso i quali personale qualificato della Nazionale (archivisti e bibliotecari) venga destinato alla Civica perché possa meglio funzionare. L'Assessore Succurro ha, infine, ribadito la volontà dell'Amministrazione comunale di sottoporre a revisione lo Statuto della Biblioteca civica, in modo da poter aprire l'istituzione culturale agli apporti di eventuali soci sostenitori che possano contribuire a garantirne la piena attività. "La Biblioteca civica – ha concluso Succurro - rappresenta per la città un patrimonio da custodire ed un'eccellenza alla quale guardare con rinnovata attenzione. Ecco perché l'Amministrazione comunale non potrà mai far venir meno il suo sostegno che sarà modulato sulla base delle future contingenze. E' di tutta evidenza, però, che tutte le forze in campo dovranno fare ciascuna la propria parte".