Cosenza
 

Cosenza, presto a Casali un murales per ricordare Mario Gualtieri

Il cantante cosentino Mario Gualtieri, vero "menestrello" della canzone popolare, scomparso il 27 aprile del 2018, sarà presto ricordato da un murales che sarà realizzato nelle prossime settimane su una delle facciate esterne del Palazzetto dello Sport di Casali, il quartiere dove l'artista ha vissuto. L'opera sarà realizzata dal giovane artista cosentino Matteo Zenardi, già autore di un murales su via Popilia che evoca la storia di Cosenza, con i suoi simboli più rappresentativi (da Bernardino Telesio alla Cattedrale, da Alarico al Museo all'aperto Bilotti, alla Chiesa di San Domenico). Sempre Zenardi si occupò del restyling del murales dello Stadio San Vito in memoria di Denis Bergamini.

A donare alla città il nuovo murales che raffigurerà il cantante Mario Gualtieri sarà l'imprenditore Federico Morabito che da più di vent'anni è alla guida di un'importante azienda nel quartiere di Via Popilia. Per annunciare l'imminente realizzazione del murales dedicato a Gualtieri (che dovrebbe essere inaugurato prima di Natale), fortemente voluto dal figlio Maximiliano e dalla famiglia del cantante, ma anche per consegnare un riconoscimento al giovane artista che lo completerà nelle prossime settimane e all'imprenditore Morabito, si è tenuta una seduta straordinaria della Commissione cultura, presieduta dalla consigliera comunale Alessandra De Rosa che ha introdotto l'incontro. Alla seduta ha partecipato l'Assessore alle attività economiche e produttive Loredana Pastore che ha consegnato a ciascuno dei due premiati una miniatura in argento del rosone della Chiesa di San Domenico offerta dalla Gioielleria Scintille. La Commissione è stata convocata su sollecitazione del consigliere comunale Giovanni Cipparrone che ha avuto un ruolo importante nella definizione del percorso che ha portato all'idea progettuale e alla esecuzione del murales in ricordo di Mario Gualtieri (proprio in questi giorni è stata installata, a cura di Domenico Garritano, la struttura in tubolare zincato che lo sorreggerà). Il murales misurerà 6 metri per 3 e dalle prime indiscrezioni dovrebbe raffigurare il cantante cosentino nell'atto di intonare una canzone. In aggiunta, anche la riproduzione di una frase probabilmente estrapolata da una delle sue composizioni. L'Assessore Pastore ha ringraziato, anche a nome del Sindaco Mario Occhiuto, sia Matteo Zenardi che l'imprenditore Morabito "per la realizzazione – ha detto - di un'opera che renderà indelebile il ricordo di Mario Gualtieri, un pezzo importante della storia recente della nostra città".

Eguale ringraziamento a Zenardi e Morabito è stato espresso dal consigliere comunale Giovanni Cipparrone che nel ricordare anche il murales su via Popilia dedicato alla storia della città, ha parlato di "importante contaminazione artistica del territorio cosentino in grado di dare lustro alla nostra città. Prima di Natale – ha anticipato inoltre Cipparrone – consegneremo alla città e alla famiglia Gualtieri il murales in ricordo di una vera e propria icona della nostra musica".

E' quindi intervenuto l'imprenditore Federico Morabito che, dopo aver ringraziato l'Amministrazione comunale e la Commissione consiliare per l'importante riconoscimento ricevuto "che divido – ha detto – con la mia squadra di stretti collaboratori" (Zenardi e Garritano), si è detto fiero di contribuire a rendere con questi interventi artistici più vivibile la città. Apprezzamento all'indirizzo dell'imprenditore è stato espresso dal consigliere comunale Damiano Covelli per la disponibilità dimostrata. Covelli ha, però, manifestato qualche riserva nei confronti dell'Amministrazione comunale "per l'impegno che si era assunta – ha detto – per la realizzazione dell'opera e che non è stato mantenuto. Dopo un anno e mezzo dalla scomparsa di Mario Gualtieri – ha rimarcato -l'opera vedrà, infatti, la luce grazie alla generosità dei privati".