Cosenza
 

Terranova da Sibari (Cs), il Comune lavora a un “Patto di rete” tra i produttori

"Arrivare ad un brand unitario, l'Olio dei 2 Papi, che possa identificare l'extravergine di questi territorio. Promuovere iniziative a sostegno delle eccellenze agroalimentari ed artigianali autoctone, attraverso l'istituzione della Denominazione Comunale di Origine (DECO). Sono, questi, alcuni degli obiettivi condivisi e ribaditi dal gruppo permanente di lavoro Comparto Agricolo riunitosi ieri (lunedì 21) nella sede della Proloco Thurium Novum".

È quanto fa sapere il vicesindaco e assessore all'Agricoltura di Terranova da Sibari, Massimiliano Smiriglia, sottolineando che nell'agenda del Gruppo di Lavoro, tra gli altri impegni, vi è anche l'avvio (dal 21 al 23 dicembre) di AGRITerranova, progetto di promozione dell'agricoltura, dell'artigianato, della cultura, della musica popolare e con l'opportunità di visite guidate nel centro storico, voluto e messo in piedi dall'Esecutivo guidato da Luigi Lirangi.

"I temi discussi – afferma Smiriglia – rappresentano una nuova e preziosa occasione di dialogo e di sintesi rispetto alle problematiche comuni al settore agricolo".

All'incontro erano presenti anche Giuseppe De Caro in rappresentanza della Coldiretti Consorzio Terre Nuove Sibari, Tommaso Celano dell'O.p Pro.bio e Debora Zicaro consigliere delegato alla valorizzazione di flora, fauna e riserve naturali ai quali Smiriglia ha consegnato una bozza del Patto di Rete tra i Produttori. L'ambizione comune resta quella di condividere un quadro di regole per percorsi virtuosi produttivi e commerciali in ambito territoriale.

Sono stati definiti, infine, i dettagli organizzativi per la terza giornata nazionale della Camminata tra gli olivi che domenica 27 ottobre vedrà ancora una volta Terranova da Sibari protagonista in Calabria insieme a tutte le altre Città dell'Olio d'Italia.