Cosenza
 

L'associazione "River Tribe" a Rimini per raccontare le meraviglie di Laino Borgo (Cs)

Laino Borgo e le sue peculiarità naturalistiche, in particolare con l'attività avventurosa da vivere in tutta sicurezza tra le rapide del fiume Lao, sono state raccontate agli operatori di settore al TTG di Rimini dalla associazione sportiva River Tribe, che ha preso parte al padiglione fieristico nel padiglione Calabria. In stretta sinergia con l'amministrazione comunale di Laino Borgo, guidata da Mariangelina Russo, l'associazione lainese formata da un gruppo di giovani professionisti altamente qualificati con esperienza internazionale, appartenenti ai diversi settori in questione di turismo, ha partecipato all'evento di promozione Travel Experience di Rimini riscuotendo enorme successo e permettendo al comune di Laino di figurare in uno degli appuntamenti di settore più importanti.

«E' per noi importante poterci raccontare attraverso l'intrapresa privata - ha sottolineato il Sindaco Mariangelina Russo - che si presenta ad aventi di settore in maniera altamente professionale e qualificata mostrando il volto migliore della nostra comunità che sull'ambiente, il turismo esperienziale e culturale, la valorizzazione della enogastronomica e della identità locale vuole realizzare una grande azione di marketing promozionale per innalzare la qualità dell'offerta turistica e stimolare i viaggiatori a visitare il nostro territorio».

La River Tribe inoltre, con questa iniziativa, consolida il suo già ricco bagaglio esperienziale che in poco tempo l'ha portata ad essere riconosciuta come primo centro outdoor in Europa per il National Geographics Traveller, ha permesso al comune di Laino Borgo di essere citata tra le giude ufficiali del The Guardian di Londra, senza dimenticare che proprio dall'associazione lainese è partito lo stimolo a far nascere il Cooptaa (primo consorzio della Valle del Mercure che si occupa di turismo, agroalimentare, artigianato).

«L'amministrazione comunale ha l'intenzione di realizzare sempre più sinergia con i privati per realizzare una rete di ospitalità diffusa, accoglienza turistica, promozione del territorio convinti che insieme si cresce e si da valore alle professionalità esistenti sul territorio. Da questo evento che ha visto la partecipazione della River Tribe che ha fatto da ambasciatore per Laino Borgo possiamo continuare a lavorare nel solco di un turismo esperienziale che si caratterizza e ci pone nella capacità di creare sviluppo partendo dalle nostre identità».