Cosenza
 

Crisi idrica a Corigliano Rossano (Cs), U.Di.Con.: "Abbiamo chiesto chiarimenti alle Istituzioni"

"Ad oggi siamo costretti a constatare che la situazione di crisi permane da diversi mesi e, vista la totale assenza delle istituzioni fino ad oggi, siamo costretti ad interessare la Prefettura di Cosenza per tentare di risolvere il problema, perché la situazione è davvero grave, perché siamo di fronte ad una probabile iterruzione di pubblico servizio". Lo afferma, in una nota il presidente nazionale dell'U.Di.Con. Denis Nesci.

"Chiediamo – continua Nesci - soluzioni immediate per fronteggiare la crisi idrica ed assicurare ai cittadini una continua ed adeguata distribuzione dell'acqua potabile, e di adottare tutti i provvedimenti necessari per ripristinare l'erogazione dell'acqua con normalità."
"Ci viene segnalata dai residenti – conclude Denis Nesci – una alta percentuale di dispersione idrica in più punti dell'intero territorio e la mancata, o insufficiente manutenzione straordinaria sulle sorgenti e sui diversi serbatoi. Per questi motivi chiediamo all' Ente interessato di avviare sin da subito i primissimi interventi d'urgenza finalizzati a governare al meglio, l'emergenza idrica in corso".

"Raccogliamo giornalmente le lamentele da parte degli utenti presso le nostre sedi sparse nel territorio – dichiara il Presidente Provinciale U.Di.Con. di Cosenza Ferruccio Colamaria - per le gravi criticità idriche che la cittadinanza, da tempo, sta affrontando. Siamo preoccupati per i cittadini in quanto l'interruzione idrica continuativa, o comunque a più riprese, genera notevoli disagi alle famiglie nonché ai titolari di esercizi commerciali, pregiudicandone la loro attività di impresa."
"Chiediamo al Sindaco, ai dirigenti ed ai responsabili competenti per materia, - continua Ferruccio Colamaria - ad adempiere ai doveri del proprio ufficio e di indicarne le ragioni che impediscono la regolare erogazione del servizio. Si avanza tale richiesta al fine di tutelare un bene essenziale per l'intera comunità, vessata da questa tematica, nell'interesse di una leale e fattiva collaborazione di raccordo con l'amministrazione. Chiediamo, nel contempo, visto il lungo protrarsi della criticità accennata, di volersi prontamente attivare nella sospensione di eventuali tributi idrici pretesi per l'annualità in corso."

"Superare questa fase che è divenuta, purtroppo, emergenziale – conclude anche il Presidente Provinciale U.Di.Con. Ferruccio Colamaria – e pianificare interventi sistematici ed organici, finalizzati a produrre soluzioni efficaci e durature in tema di garanzia del diritto fondamentale all'acqua per tutti, a partire dall'affrontare, senza se e senza ma, la questione già lamentata da diversi mesi dai cittadini di Corigliano-Rossano. Al contempo, si chiede l'inoltro di una not0a di riscontro che possa chiarire quanto delineato, manifestando altresì la disponibilità alla convocazione di un auspicato tavolo di lavoro con tutti gli stakeholders che possano contribuire a dirimere la problematica de qua".