Cosenza
 

Corigliano-Rossano (Cs), disabili: la cooperativa "I Figli della Luna" rilancia il proprio impegno

Contribuire a migliorare la qualità della vita delle persone con disabilità, offrendo strumenti e metodi per raggiungere o avvicinarsi quanto più possibile all'autonomia. Nella consapevolezza che i progressi del singolo possono influire sul benessere della famiglia e quindi della società. Sociale, I Figli della Luna rilanciano il proprio impegno.

È quanto fa sapere il Presidente della Cooperativa sociale Lorenzo Notaristefano che, con la nuova coordinatrice del Centro Il Sorriso, la psicologa Concetta Nadia Russo, ha inaugurato questa mattina (lunedì 23) il nuovo anno sociale della sede di via Pietro Malena.

Al simbolico taglio del nastro delle nuove, molteplici e diverse attività del Centro ha partecipato anche l'assessore alla città della cultura e della solidarietà Donatella Novellis che, portando il saluto dell'Amministrazione Comunale e del Sindaco Flavio Stasi, ha augurato a tutti, agli operatori, ai professionisti, ai ragazzi e alle loro famiglie, un anno proficuo all'insegna della condivisione e della collaborazione.

Per ogni attività il suo ambiente. C'è la cucina attrezzata, dove imparare non solo ad apparecchiare e sparecchiare, ma anche a sperimentare piccole ricette di pasticceria. C'è l'ufficio dove accogliere i familiari per confrontarsi su progressi e sui percorsi che devono poter trovare continuità in entrambi i contesti. C'è la sala per le attività educative e cognitive, dove fare training di rilassamento, attenzione e memoria. C'è il laboratorio, dove dare sfogo alla propria creatività per la pittura su stoffa o legno, la creta e l'argilla. E c'è anche l'area relax, un angolo verde che richiama i colori ed i suoni della natura dove ritrovare concentrazione e benessere. Il cooperative learning, la collaborazione tra abilità diverse per portare a termine un determinato compito, resta il filo rosso che lega tutte le attività de Il Sorriso, Unico Centro autorizzato del territorio, che nello scorso mese di maggio ha ottenuto il certificato di qualità.

Valorizzando sul modello della token economy, il cosiddetto contratto educativo che ad ogni comportamento corretto fa corrispondere una ricompensa simbolica, l'identità del soggetto, le sue esigenze, le sue potenzialità ed i suoi punti di forza.