Cosenza
 

Cosenza: la lectio magistralis del presidente della Corte conti, Buscema

"I conti rappresentano da sempre la base della democrazia. Non e' un caso che si hanno degli organismi con funzioni simili a quello della Corte dei Conti gia' dal periodo degli antichi greci". A dirlo il presidente della Corte dei Conti Angelo Buscema durante la lectio magistralis tenuta nella sede della Camera di commercio di Cosenza. "Il nostro organismo - ha aggiunto - negli anni si e' evoluto, ampliando sempre di piu' la pletora degli interlocutori e questo e' stato possibile soprattutto grazie alla creazione delle sezioni territoriali che operano regione per regione. Questo e' un aspetto che non puo' essere marginalizzato. Le sezioni regionali della Corte dei Conti operano nella piena consapevolezza del tessuto sociale, amministrativo e contabile. Nonostante le tante differenze applicano in diversi contesti regole che sono uguali per tutti". "La Corte dei Conti - ha poi detto Buscema - non ha solo l'obiettivo di prevenire e sanzionare ma anche di stimolare le amministrazione per poter organizzarsi, stimolando processi di autocorrezione e programmazione per migliorare la qualita' dei servizi e quindi la qualita' della vita dei cittadini. I quali hanno diritto di sapere come sono stati raggiunti determinati risultati da parte delle amministrazioni pubbliche. Questo e' un momento storico in cui le risorse non possono essere dilapidate ma devono essere massimizzate, per questo la Corte dei Conti attraverso la sue sezioni ragionali affianca le attivita' degli enti pubblici e svolge un'attivita' di supporto. Il nostro compito e' quello di dare degli input affinche' si possano avere dei miglioramenti significativi nella qualita' della vita dei cittadini".