Cosenza
 

Corigliano-Rossano (Cs), l’assessore Novellis: “Alla ‘Don Bosco’ l’anno scolastico inizierà regolarmente”

"Il Comune sta riqualificando la struttura dell'Istituto Comprensivo Statale Don Giovanni Bosco nella frazione di Cantinella, dove gli alunni potranno regolarmente iniziare l'anno scolastico 2019-2020, lunedì 16 settembre, senza disagi". Ne dà notizia l'assessore alla Città della cultura e della solidarietà di Corigliano Rossano, Donatella Novellis, sottolineando che l'Amministrazione Comunale guidata dal sindaco Flavio Stasi "si è determinata in questa direzione in ribadito spirito di condivisione e venendo incontro alle esigenze ed istanze di alunni e famiglie, raccolte nei numerosi incontri tenutisi sin dall'inizio, con dirigenti e Consiglio d'istituto, alla presenza dei due consiglieri comunali Alessia Alboresi e Biagio Frasca".

Le attività didattiche ospitate nel plesso di Via Madonna di Fatima erano state sospese tramite un'ordinanza del Commissario prefettizio dallo scorso mese di gennaio perché erano venute meno le condizioni di sicurezza. Gli studenti erano stati trasferiti, quindi presso la sede centrale dell'Istituto Don Bosco.

"Considerata la ristrettezza dei tempi in vista dell'apertura del nuovo anno scolastico – spiega la Novellis – la decisione finale condivisa rappresenta la risultante di una lunga serie di incontri che hanno visto impegnati gli uffici comunali e la dirigenza scolastica nel confronto, nella verifica e nell'individuazione di diverse alternative che riducessero i disagi alle famiglie ed agli alunni, garantendo sicurezza per l'intera comunità scolastica".

La struttura di Don Giovanni Bosco è in corso di riqualificazione con interventi di messa in sicurezza del tetto, per migliorare l'acustica ed il decoro e garantire maggiori spazi, riducendo le aule da 5 a 4.

Proseguono, intanto, gli incontri con le dirigenze scolastiche. Da subito l'Esecutivo Stasi ha inteso instaurare un confronto costante, diretto e continuo contatto per rispondere, nei limiti delle possibilità, alle esigenze espresse dalle comunità scolastiche di tutto il territorio cittadino.