Cosenza
 

Abusivismo, Sibilia a Cosenza: "Da oggi iniziano abbattimenti"

"Oggi diamo un segnale chiaro e iniziamo ad abbattere case abusive, cosi' facendo dimostriamo che in Calabria i commissariamenti funzionano. Inoltre, diamo un messaggio chiaro ai cittadini, se vuoi avviare un cantiere abusivo, noi ci siamo, controlliamo e la casa ve la buttiamo a terra". E' quanto dichiarato dal sottosegretario all'Interno Carlo Sibilia, in Prefettura a Cosenza per firmare l'atto d'intesa che avvia le attivita' di intervento in materia di demolizione di opere abusive da parte degli Enti nel territorio del Comune di Cassano allo Ionio.

"Il nostro obiettivo - ha aggiunto - e' far capire che qui non vince l'illegalita' e chi vuole investire in Calabria lo deve fare con intenzioni di sviluppo e crescita sapendo che la legge e' uguale per tutti e non c'e' nessuno al di sopra di essa. Questo protocollo fa da apripista in Italia, perche' e' un modello di collaborazione interistituzionale, che non prevede alcun favoritismo e punta e recuperare anni di negativita' e illegalita'. Con il supporto di uomini e mezzi dei Vigili del fuoco, entro la fine dell'estate, speriamo di iniziare le attivita' contenendo anche i costi e rendendo la procedura piu' snella". Il protocollo e' stato sottoscritto da Sibilia, dal prefetto di Cosenza Paola Galeone, da un delegato della Regione Calabria e dai componenti della Commissione straordinaria al Comune di Cassano allo Ionio. L'atto prevede, a Cassano allo Ionio, l'avvio delle opere di demolizione degli immobili abusivi gia' censiti, anche appartenenti ad esponenti di spicco della criminalita' organizzata, con l'ausilio di mezzi e professionalita' del Corpo nazionale dei Vigili del fuoco. Il prefetto Galeone ha rimarcato la bonta' dell'Intesa operativa che "celermente portera' concreti risultati, anche mediante le riunioni tecniche di coordinamento delle forze dell'ordine che gia' da oggi pomeriggio saranno tenute per avviare nell'immediato le attivita' di demolizioni". Al momento sono 52 gli edifici abusivi individuati, per i quali si provvedera' a verificare l'iter burocratico per poi avviare la demolizione.