Cosenza, Padre Fedele regala al banchetto dei poveri il libro "La favola del piccolo Cisse": grande successo

Un grande successo sta accompagnando l'iniziativa umanitaria di Padre Fedele, che da 10 giorni al suo banchetto dei poveri, al tradizionale posto di Corso Mazzini, a Cosenza, sta regalando una copia del libro capolavoro di Franco Corbelli La favola del piccolo Cisse, in cambio di una semplice offerta al Paradiso dei Poveri.

"Il libro sta andando a ruba. Anche i cosentini restano affascinati e commossi da questa storia immortale, bellissima, commovente e fortemente cattolica e cristiana che ci racconta un autentico miracolo, quello del bambino ivoriano di 5 anni salvato, da una Ong, in mare e ridato ai genitori, rintracciati prodigiosamente, il papà in Francia e la mamma in un carcere lager libico. La voce che narra, in questo volume, questa incredibile storia è la voce del Signore, che parla, che ci dice del peccato mortale che si fa non salvando quei poveri bambini e gli altri migranti che scappano dalle guerre, dalle persecuzioni e dalla miseria, afferma Padre Fedele. La favola del piccolo Cisse per questo non è solo un libro, è una meravigliosa e reale fiaba moderna che ci dice che un altro mondo, più giusto e umano, è possibile. Ma ci spiega anche un altro fatto importante e storico, ci dice infatti perché proprio a Tarsia sta sorgendo la grande opera umanitaria del Cimitero internazionale dei Migranti, per dare dignità alle vittime dei tragici naufragi. Ce lo spiega con quel fantastico racconto dell'incontro di Corbelli (mentre si recava al porto di Corigliano, proprio il giorno dello sbarco del piccolo Cisse) al Lago di Tarsia con la cicogna bianca (animale sacro e simbolo di pietà, secondo la leggenda). Questo libro è sicuramente destinato a restare come i grandi capolavori del passato. Ringrazio il mio fraterno amico Franco per questo nuovo bellissimo regalo che ci sta consentendo anche, con le offerte dei cosentini che ci danno in cambio della Favola del piccolo Cisse, di raccogliere dei fondi che stiamo già utilizzando per aiutare i nostri poveri". Corbelli, che ieri, per la prima volta da quando è iniziata questa iniziativa umanitaria, è andato, nel pomeriggio, al banchetto dei poveri del frate missionario, da parte sua ha aggiunto: "Sono contento che Padre Fedele e la sua collaboratrice Teresa Boero abbiano promosso questa bella e significativa iniziativa e commosso per le parole toccanti dette dal mio carissimo, vecchio amico e compagno, in oltre 30 anni, di tante importanti battaglie civili e grandi iniziative umanitarie".

Creato Giovedì, 27 Giugno 2019 13:26