Cosenza
 

Automobilismo, grande successo per la Morano/Campotenese

«Un successo sportivo. Ma non solo». Nicolò De Bartolo, rieletto sindaco di Morano Calabro il 26 maggio scorso, commenta così la nona edizione della gara automobilistica di velocità in salita Morano/Campotenese - quinta prova del campionato italiano di specialità. Il primo cittadino, a capo della composita struttura di security e safety urbana prevista dalla stringente normativa in materia di spettacoli pubblici e allestita per l'occasione dalla municipalità locale, impegnato sia negli adempimenti istituzionali propedeutici all'iniziativa sia nella gestione operativa del sistema di viabilità, plaude ai diretti organizzatori dell'evento, i ragazzi della MoranoMotorSport, al suo presidente Mario Arcieri e in generale a ogni singolo membro del sodalizio, compreso il componente l'ufficio di staff istituzionale, Mimmo De Franco, apprezzandone il «grande lavoro svolto in questi giorni».

«Quando un gruppo è coeso e competente – afferma il primo cittadino - è sempre in grado di programmare e realizzare i propri progetti. Anche le difficoltà, logistiche, tecniche e burocratiche, che inevitabilmente s'incontrano quando si allestiscono modelli organizzativi così complessi, diventano sfide motivanti per il conseguimento di obiettivi dei quali si comprende il valore e i benefici che innescano per il territorio. Perché la Morano/Campotenese non è solo una competizione agonistica. E' molto di più. Negli ultimi anni siamo riusciti con un eccezionale sforzo collettivo e un costante gioco di squadra a costruire un impianto dimostratosi capace di convertire le idee in economia. E' un mantra che pratichiamo da tempo – prosegue De Bartolo. Ed è esattamente quello che un'amministrazione riteniamo debba fare: creare, cioè, le condizioni ideali affinché gli investimenti, quali essi siano, sportivi, culturali, architettonici ecc., si realizzino e producano vantaggi tangibili per gli operatori e per la comunità. Ciò presuppone, come accennato, una collaborazione efficace e affrancata da qualsiasi condizionamento o interesse di bandiera. Conta molto ed è per noi determinante saper rapportarsi con le forze propositive della società, del mondo imprenditoriale come di quello associativo, e sostenere in ogni modo e con ogni mezzo le buone idee. Siamo perciò compiaciuti dei risultati di questa nona edizione della Morano/Campotenese. Sia dal punto di vista sportivo, aspetto che non commentiamo per ovvi motivi, sia per le evidenti e tangibili ricadute sul tessuto economico e per l'immagine del paese. Siamo soddisfatti per la partecipazione alla corsa dei migliori piloti europei, ai quali rinnoviamo le più vive congratulazioni; per i numerosissimi tifosi e appassionati intervenuti; per la gradita presenza dell'attore Ettore Bassi, che con cordialità non si è sottratto ai fan; per il sold out registrato in tutte le nostre realtà alberghiere e ristorative; per l'entusiasmo con cui sono stati accolti i team; per il movimento complessivo registrato durante la Tregiorni. Eppoi – conclude il Sindaco - l'aver appreso che di noi hanno ben parlato i vertici della federazione, l'ACI Sport, la stampa nazionale e regionale, i protagonisti stessi, piloti ed équipe, appaga gli sforzi enormi compiuti per dare spessore all'evento. Preme ringraziare, altresì, tutti gli amici che hanno contribuito alla riuscita della manifestazione; soggetti pubblici, privati, associativi, la cittadinanza nel suo insieme... Ma l'elenco sarebbe lungo per dettagliarlo e alto il rischio di dimenticare qualcuno: a tutti la nostra riconoscenza. Ogni cosa è perfettibile, lo sappiamo. Ed è esattamente quel che faremo: provare a migliorare, se possibile. Tuttavia, per ora godiamoci il momento e guardiamo con fiducia al 2020».
Intanto, nell'immediato, sabato prossimo, dalle 20.30, altro appuntamento di prestigio: "La notte romantica in uno dei borghi più belli d'Italia".