Cosenza
 

Castrovillari, alla "Primavera dei teatri" in scena "La nave fantasma" e "Contro la libertà"

La seconda giornata del festival sui nuovi linguaggi della scena contemporanea diretto da Scena Verticale, si apre con Primavera Kids: al Teatro Sybaris alle 11.30 Giallomare Minimal Teatro presenta "Buono come il lupo", scritto da Renzo Boldrinie diretto da I Sacchi Di Sabbia. Uno spettacolo giocoso e surreale, pensato per stimolare l'immaginazione dei piccoli spettatori, in cui il lupo, sottoposto ad una serie di esperimenti, diventa protagonista delle reazioni più improbabili.

Alle ore 12.00 si ritorna nel foyer del Teatro Vittoria dove si terrà la conferenza stampa in compagnia degli artisti protagonisti della serata.

All'Accademia dei Saperi dei Sapori (Ex Mattatoio), alle 17.00, il teatro incontra la tradizione con "'A tavula", performance-laboratorio a cura di Dodimalto.it. Insieme ai partecipanti Giulia Secreti realizza 'a pasta 'i casa, che verrà cucinata e degustata, mentre Giuseppe Salvatore Grosso Ciponte si occuperà di abbinarla alla birra artigianale Maltonauta.

Come di consueto a Primavera dei Teatri, spazio anche alla formazione: alle 14.30 al Castello Aragonese inizia il laboratorio condotto da Spiro Scimone e Francesco Sframeli, "Il corpo Teatrale".

L'appuntamento con gli spettacoli serali vedrà i debutti degli spettacoli per la sezione Europe Connection, il progetto di Primavera dei Teatri, in collaborazione con Fabulamundi. Playwriting Europe, che mette in relazione artisti europei e compagnie calabresi.

Alle 19.00 nella Sala Consiliare per Europe Connection andrà in scena in prima nazionale Teatro della Maruca / Anomalia Teatri con "La Nave Fantasma. Non eravamo d'accordo che gli uomini non sono pesci?" della drammaturga austriaca Maxi Obexer, diretto da Rita De Donato.L'opera prende spunto da una vicenda realmente accaduta, per aprire uno spazio di riflessione su un tema con cui ci confrontiamo quotidianamente, quello dei migranti.

Ancora spazio alla drammaturgia europea con il secondo appuntamento di Europe Connection: alle 20.00 al Teatro Vittoria la compagnia Divina Mania, fondata da Mauro Lamanna e Gianmarco Saurino,presenta in prima nazionale "Contro la libertà" di Esteve Soler, per la regia di Lamanna. Sette quadri, sette storie, sette scene surreali che cercano di rispondere alla stessa domanda: che cos'è la libertà? In ognuno dei sette microcosmi in scena, l'idea di libertà si insidia nei pensieri dei personaggi e produce intensi cortocircuiti tra le visioni che essi hanno del mondo.

A chiusura di giornata appuntamento con il DopoFestival. Alle 23.00, all'Accademia dei Saperi e dei Sapori (Ex Mattatoio), si ritorna alle origini della canzone con il Progetto Verne, di Roberto Cherillo, Mario Chiodi e Fabiano Perrupato, ispirato al grande Jules: un viaggio verso l'interno, una sincera espressione dell'essere.