Cosenza
 

Ad Acri (Cs) la presentazione degli atti del convegno "L'elemento acqua - dalla risorsa idrica alla performance umana"

Quando le sinergie di intenti portano alla realizzazione di progetti importanti. Nei prossimi giorni si terrà la presentazione degli atti del convegno "L'elemento acqua - dalla risorsa idrica alla performance umana", pubblicazione curata dall'associazione Assaporagionando con la collaborazione dell'Associazione scientifica biologici senza frontiere e Unsic provinciale di settore Cosenza.
L'acqua è l'elemento essenziale per vivere, fondamentale per la nutrizione del pianeta e la sopravvivenza dell'uomo. È, però, una risorsa scarsa e molte riserve sono a rischio inquinamento. Abitudini e stili di vita ne possono condizionare l'utilizzo, e dunque occorre essere educati al risparmio, al riciclo, alla gestione efficiente. «Oggi nel mondo il 70% dell'acqua è usato per l'agricoltura, il 22% per l'industria e l'8% per uso domestico. Sfruttata, sprecata, inquinata: lo stress della risorsa idrica del nostro pianeta è pertanto visibile. E viene detto da più parti (studi internazionali) che già dal 2025, metà della popolazione mondiale potrebbe sperimentare gravi carenze idriche» spiega Giovanni Misasi, presidente Associazione scientifica biologi senza frontiere.

La pubblicazione contiene importanti indicazioni su come leggere le etichette delle bottiglie di acqua minerale e raccomandazioni sul consumo di acqua per la propria salute. Il lavoro svolto ha, inoltre, permesso di determinare lo stato ecologico e funzionale del più importante corso d'acqua della Calabria, il Crati.
«Assaporagionando è stata lieta di realizzare la pubblicazione sull'acqua, interagendo con l'Asbsf, la quale promuove iniziative di carattere scientifico sul territorio nazionale. Uno degli obiettivi della nostra associazione riguarda la tutela del patrimonio ambientale e la promozione del territorio», conclude Carlo Franzisi, direttore organizzativo dell'associazione Assaporagionando.
L'opuscolo, che verrà presentato il 22 maggio, a partire dalle 18, presso il Caffè letterario di Palazzo Sanseverino Falcone di Acri, può essere un importante punto di riferimento per il mondo accademico ma anche per studiosi o semplici cittadini che vogliono approfondire su una risorsa che genera la vita. Durante la presentazione, dopo un breve saluto di Pino Capalbo, primo cittadino di Acri, di Carlo Franzisi, presidente di Unsic, nonché direttore di Assaporagionando e di Giovanni Misasi, presidente di Asbsf, si alterneranno gli interventi di Emilio Servolino, presidente di Assaporagionando, Emanuele le Pera, assessore alla Sanità di Acri, Alessandro Zanfino, consulente Cesca Unsic. La relazione tecnica sarà affidata a Erika Clerici, docente dell'Istituto tecnico agrario "Tommasi" di Cosenza. A moderare i contributi dei relatori ci sarà Piero Cirino, giornalista de Il quotidiano del Sud e direttore della testata Acrinews.it.