Cosenza
 

Rende (Cs), in arrivo cento opere per il Museo d’Arte Contemporanea “Roberto Bilotti”

"Cento opere dei grandi Maestri del Novecento vengono ad arricchire il nostro territorio". Lo rende noto, in un comunicato stampa, il Museo d'Arte Contemporanea "Roberto Bilotti".
"In nome di una 'grande amicizia' che aveva per decenni legato Nicola Maria de'Angelis e Mario Mafai, il Collezionista e l'Artista, le figlie Francesca Romana con Nicoletta de' Angelis e Giulia Mafai hanno compiuto questo atto di mecenatismo nella speranza che, come scrive a proposito Salvatore Settis, "il seme gettato a Rende dalle opere d'arte che i due grandi amici avevano raccolto aiuti i cittadini che le vedranno, e specialmente le giovani generazioni, a coltivare la propria curiosità intellettuale e a pensare se stessi e la propria città in un contesto culturale nazionale anzi europeo. A comprendere, sull'onda della generosità di questa iniziativa, il valore dell'amicizia, del dono disinteressato, di una lungimirante coscienza civile che mira a incrementare il patrimonio pubblico in nome del bene comune"".

"Sono opere dei principali artisti del Novecento Mario Mafai, Antonietta Raphael, Carla Accardi, Franco Angeli, Corrado Cagli, Giuseppe Capogrossi, Bruno Cassinari, Mario Ceroli, Antonio Corpora, Filippo De Pisis, Piero Dorazio, Pericle Fazzini, Tano Festa, Renato Guttuso, Giulio Turcato, Marcello Avenali, Vasco Bendini, Armando Bulzatti, Felice Carena, Andrea Caro, Katy Castellucci, Arnaldo Ciarrocchi, Nino Franchina, Virgilio Guidi, Alessandro Kokochinsky, Sergio Lombardo, Mino Maccari, Eliseo Mattiacci, Marino Mazzacurati, Giovanni Omiccioli, Alberto Parres, Fausto Pirandello, Domenico Purificato, Mario Reggiani, Cesare Tacchi, Orfeo Tamburi, Lorenzo Viani, Alberto Ziveri che vanno dal figurativo all'astratto, al neorealismo, all'espressionismo della Scuola Romana degli anni '30; opere che arricchiscono ulteriormente il nostro territorio allineandolo alle realtà culturali primarie italiane pur mantenendo la sua caratteristica distribuzione diffusa con musei presenti nei suoi molti civilissimi borghi.
L'inaugurazione delle collezioni nuove avrà luogo sabato 4 maggio 2019, alle ore 17:30 al Museo di Arte Contemporanea "Roberto Bilotti" al Castello di Rende, con la partecipazione delle donatrici e dei rappresentanti del mondo del collezionismo".