Cosenza
 

Corigliano-Rossano (Cs), Graziano: “Al lavoro per una nuova mobilità interna”

«Il porto e non solo il porto, Corigliano-Rossano per innescare il suo processo di sviluppo e rivendicare l'autorevole ruolo guida nel territorio ha bisogno di strade e ferrovie. In una parola: ha bisogno di connessione. Il sistema della mobilità è il linguaggio migliore che una Città possa esprimere per dialogare con il resto della regione e del Paese. Ed io su questo voglio avviare un'azione amministrativa decisa. A partire proprio dalla rimodulazione della viabilità e dei trasporti comunali. Nuova segnaletica; manutenzione straordinaria e potenziamento delle strade esistenti e realizzazione di nuove vie d'accesso tangenziali e di raccordo, con priorità al collegamento tra i due centri urbani di Corigliano e Rossano; incremento del chilometraggio delle autolinee urbane (così come da nuovo TPL varato dalla Regione Calabria) per creare nuove e più frequenti linee di comunicazione tra le diverse aree della Città; potenziamento della linea ferroviaria con l'introduzione di navette di collegamento tra i due scali cittadini; abbattimento delle emissioni favorendo la circolazione di mezzi pubblici elettrici e l'installazione di nuove colonnine di carica per i mezzi privati. Sono questi gli obiettivi a medio-lungo termine che voglio realizzare per la nostra nuova grande Città».

È quanto dichiara il candidato sindaco Giuseppe Graziano condividendo con i cittadini le idee programmatiche per portare in connessione Corigliano-Rossano e renderla facilmente accessibile.

Le vie di comunicazione esterne – aggiunge Graziano - sono importanti e nei giorni scorsi ho detto quali sono le mie idee per potenziare la mobilità stradale e portuale, oltre al sistema ferroviario che necessità di non più prorogabili ammodernamenti. A proposito, è delle ultime ore l'appello del presidente dell'Associazione Basta Vittime sulla Statale 106 a prendere un impegno preciso e chiaro sulla costituzione di un Tavolo tecnico operativo permanente per affrontare e cercare di risolvere insieme al territorio l'annosa questione della strada della morte. Con Pugliese condividiamo un comune percorso che, oltre a vedermi tra in primi iscritti dell'Associazione, mi trova totalmente vicino alle battaglie per l'ammodernamento e la messa in sicurezza della Statale. Per me sarà un impegno morale aderire e convocare da Sindaco il tavolo interistituzionale.

Ma interesse del nuovo governo civico – prosegue il candidato Sindaco - che presiederò insieme alla coalizione, dovrà essere anche quello di creare una facile connettività cittadina. È qui la sfida radicale che ci attende. Rimodulare in modo copernicano il sistema viario interno della Città. E per dimostrare che non parlo del libro dei sogni, dico subito che i fondi per attuare le azioni necessarie per infrastrutturare il nuovo impianto di connessioni urbane potranno essere attinti dai finanziamenti comunitari facendo leva sulle misure che spettano ai comuni con popolazione superiore ai 50mila abitanti. Un mondo, questo, totalmente diverso e ovviamente più ricco rispetto alle programmazioni che hanno interessato i due estinti comuni di Corigliano e Rossano.