Cosenza
 

Cosenza, dal 6 al 10 aprile torna il B-Book Festival: lunedì 1 aprile la presentazione dell’evento

Il B-Book Festival, un mondo di arte e letteratura per bambini e ragazzi, è giunto alla sua V edizione, forte del sostegno della Regione Calabria con un progetto a valere sul PAC 2014\2020 e del Comune di Cosenza.
L'evento organizzato da La Cooperativa delle donne e da Teca srl, con la collaborazione della Cooperativa Don Bosco e di diverse organizzazioni nazionali e del territorio, si avvarrà, come consuetudine, della direzione artistica di Michele D'Ignazio e Jole Savino e avrà luogo a Cosenza, presso il Chiostro di San Domenico e la Città dei Ragazzi dal 6 al 10 aprile prossimi.
Sono già tante le adesioni da parte degli istituti scolastici.
"La lettura è un'arte e un'abilità," afferma Michele D'Ignazio, co-direttore artistico dell'evento, "i libri sono stati il punto di partenza del festival, cinque anni fa. E lo sono ancora. Ci aiutano a esplorare noi stessi e la realtà che ci circonda. Ma non solo. Vogliamo fare della lettura un'esperienza collettiva, un motivo di partecipazione. Un laboratorio culturale. Saranno delle giornate all'insegna della meraviglia, dell'immaginazione e del confronto."

"Leggere le città" sarà il tema della quinta edizione del Festival, tema declinato nelle sue tante sfumature. Le città dei libri e dei bambini, per iniziare; dove i bambini leggono, dove hanno spazi per giocare, per pensare, per crescere e far fiorire le domande giuste. Ma anche le città invisibili e quelle capovolte, partendo dalla grande capacità dei bambini di capovolgere il punto di vista e rovesciare il mondo. Le città come luogo di arrivo e di partenza che hanno sempre a che vedere con i viaggi e le migrazioni. Le città come luoghi di accoglienza ed inclusione. Le città degli alberi, tra i palazzi e la natura, in un equilibrio fragile ma che può e deve essere raggiunto. Le città delle storie e delle avventure, fonte e ispirazione per tanti nuovi libri, che devono essere ancora scritti (e letti!).
E, ultima ma non ultima, la nostra città, Cosenza, e in particolar modo il punto in cui città antica e contemporanea si uniscono – il Chiostro di San Domenico - che per la prima volta sarà, assieme alla Città dei Ragazzi, il luogo fisico che accoglierà tutta l'energia che B-book riesce a sprigionare.

Fitto sarà il programma dei cinque giorni del festival, con la presenza di diversi autori della letteratura per ragazzi, tra cui Bruno Tognolini, scrittore e poeta, tra i più grandi in Italia, vincitore di due premi Andersen; Nadia Terranova, giornalista e scrittrice che collabora con Repubblica, Internazionale e il Foglio, docente alla Scuola del libro di Roma; Massimo Birattari, redattore, traduttore e consulente editoriale, esperto di scrittura e di grammatica; Guia Risari, scrittrice per diverse case editrici e riviste letterarie; Gianluca Caporaso, autore che si occupa di solidarietà, volontariato e progettazione culturale, conduttore di laboratori di scrittura fantastica; Alessandra Auditore e Francesca Bottone, scrittrici e musiciste, specializzate in musicoterapia e didattica musicale per la prima infanzia; Marco Dallari, docente di Pedagogia e didattica dell'educazione artistica; Manlio Castagna, scrittore e critico cinematografico, vicedirettore del Giffoni Film Festival; Beniamino Sidoti, esperto di gioco e narrazione, di scrittura creativa e animazione alla lettura; Elisa Mazzoli, scrittrice, premio Nati per Leggere 2018 e collaboratrice della rivista Pimpa; Sergio Olivotti, maestro ed illustratore che ha all'attivo numerosi libri illustrati, mostre e performance; Marisa Vestita, autrice ed illustratrice; Zita Dazzi, giornalista di Repubblica e autrice di libri per ragazzi; Cristina Petit, maestra, illustratrice e scrittrice; Gisella Laterza, giornalista e scrittrice di libri e di viaggi; Patrizia Fulciniti, insegnante e scrittrice calabrese ideatrice della Biblioteca Errante; Assunta Morrone, dirigente scolastica e scrittrice.
Agli incontri con gli autori si accompagneranno laboratori di arte, eventi a carattere sociale, seminari formativi rivolti ad insegnanti, genitori, educatori.