Cosenza
 

Giornata mondiale sulla sindrome di Down, l’associazione ‘Gli altri siamo noi’: “Non lasciare nessuno indietro”

"Andare a scuola, praticare uno sport, uscire con gli amici, trovare un lavoro, vivere in autonomia una volta diventati adulti; una vita che appare ordinaria per la maggioranza della popolazione è un traguardo possibile solo per troppe poche persone con sindrome di Down. Sono ancora veramente tanti gli alunni che non hanno la possibilità di ricevere a scuola giusti supporti e sostegni inclusivi, e al termine della scuola per molti ragazzi non ci sono opportunità. Anche vivere una relazione sentimentale, costruire una vita indipendente e raggiungere l'autonomia abitativa rappresentano diritti fondamentali ancora troppo spesso negati a causa di supporti inadeguati, di pregiudizi sociali, ma anche e soprattutto di basse aspettative. L'accesso a lavoro con inquadramenti e contratti adeguati resta una opportunità esigua con enormi differenze tra Nord e Sud e tra grandi e piccoli centri del paese. E' per questo che l'associazione 'Gli altri siamo noi', che gestisce con l'ASP di Cosenza - Coordinamento Servizi Sociali il SILDI - Servizio di Inserimento Lavorativo per persone con Disabilità Intellettiva, ha messo in campo un gran numero di iniziative per combattere l'esclusione dal mondo del lavoro e tra queste il progetto "Un lavoro anche per me", sostenuto dalla Tavola Valdese che ha consentito di avviare 5 tirocini formativi retribuiti, ed illustrato nella conferenza stampa tenutasi oggi presso la Caffetteria, Pasticceria, Gelateria Occhiuto & Bozzo srls, in Via Alberto Serra, nella quale è attualmente inserito uno dei giovani con sindrome di Down. Altri quattro sono inseriti nella Cooperativa sociale Volando Oltre: due sono impegnati nella produzione di prodotti da forno e conserve altri due in servizi di pulizie e disinfezione di locali di terzi".

"Abbiamo annunciato ancora che altri tre tirocinanti saranno inseriti a breve grazie ai finanziamenti regionali di "dote lavoro", per poi essere assunti stabilmente nella cooperativa "Volando oltre". Particolarmente significative sono state le testimonianze dei tutor aziendali che seguono i giovani tirocinanti che hanno rimarcato la dedizione al lavoro e la precisione nell'esecuzione dei compiti affidati, "insomma sono dei veri lavoratori che abbiamo preparato efficacemente prima di immetterli in azienda perché la loro esperienza potesse essere un successo" ha dichiarato Adriana De Luca. Ci è sembrato importante, bello e significativo in occasione della Giornata Mondiale sulla sindrome di Down che quest'anno ha per tema "Leave no one behind" (non lasciate indietro nessuno), presentare i risultati di un percorso, tutto in salita, che Gli altri siamo noi, con tenacia, perseveranza e autentico interesse per le persone con sindrome di Down e disabilità intellettiva, porta avanti da molti anni con competenza e professionalità, perché possiamo finalmente avere delle buone ragioni per celebrare questo giorno che coincide con l'inizio della primavera, simbolo di rinascita e di vita che operosamente aspettiamo anche nella nostra Regione". E' quanto si legge in un comunicato stampa dell'associazione di volontariato 'Gli altri siamo noi'.