Cosenza
 

Villapiana (Cs), dissesto idrogeologico: dalla Regione 3,9 mln per la messa in sicurezza del torrente Satanasso

Ammonta a 3.940.000 Euro la cifra che la Regione Calabria ha destinato ai lavori di Mitigazione del rischio e ripristino officiosità idraulica del Torrente Satanasso, sito all'interno del territorio del Comune di Villapiana.
Tali fondi, che permetteranno un sostanziale e importante intervento – si legge in un comunicato stampa del Comune di Villapiana (Cs) finalizzato alla riduzione dei pericoli derivanti dalla condizione di dissesto idrogeologico del Torrente Satanasso, saranno appaltati, tramite Bando Pubblico, dall'Ufficio Tecnico del Comune di Villapiana, che ha già dato via al Bando per la progettazione dei lavori.
L'intervento, inserito nell'ambito dei Programmi di azione per la difesa del suolo – Patto per lo sviluppo della Regione Calabria, evidenza il lavoro posto in essere dall'Amministrazione Comunale, che ha operato a livello istituzionale per segnalare l'importanza di tali opere, non più procrastinabili, trovando nella Regione Calabria e negli enti sovracomunali una diretta interlocuzione.

Il problema del dissesto idrogeologico, come più volte segnalato dai massimi livelli della Protezione Civile Calabrese, rappresenta un rischio reale, soprattutto nell'ambito di località in cui l'intersezione tra torrenti e centro abitato è accentuata.
Con questo importante finanziamento, il Comune di Villapiana, aggiunge un tassello al complesso quadro legato al controllo del territorio, andando a generare al tempo stesso opportunità di lavoro per progettisti e operatori del settore di intervento.
Il sindaco di Villapiana, Paolo Montalti, ha voluto sottolineare come "Il lavoro posto in essere dai nostri uffici tecnici è encomiabile oltre che continuo. Questo nuovo bando per la progettazione degli interventi e il successivo per i lavori veri e propri, ci portano un passo più avanti nel nostro progetto finalizzato a rendere Villapiana un luogo in cui la cura del territorio e l'eliminazione dei rischi a cui i cittadini possono essere sottoposti per incuria, siano priorità costantemente monitorate. Procediamo senza sosta nella realizzazione della nostra visione amministrativa."