Cosenza
 

Cosenza, Prc: “C’è una Rosa che non appassisce”, attualità del pensiero di Rosa Luxemburg”

"Nel gennaio 1919 Rosa Luxemburg veniva uccisa nel tentativo insurrezionale spartachista a Berlino.

Una delle più grandi teoriche del movimento operaio europeo veniva assassinata insieme ai principali esponenti del marxismo tedesco. "Un'aquila" la definì Lenin, che fu profeta nel predire che ci si sarebbe sempre ricordati di lei.

"Socialismo o barbarie", la sua nota espressione, dopo un secolo è più attuale che mai. La barbarie dello sfruttamento esasperato, della privazione della dignità del lavoro, della guerra, è il prodotto del sistema capitalistico. Oggi, ancor più di ieri.

Il ricordo di Rosa Luxemburg, organizzato da Rifondazione Comunista di Cosenza, non è semplicemente una doverosa commemorazione ma un trarre dalla rivoluzionaria polacca indicazioni per il presente.

Ne parleremo Venerdì 18 gennaio dalle 17 nella nuova sede di Rifondazione Comunista a Cosenza in Corso Telesio,nella piazzetta antistante la Casa delle Culture,con Fortunato Maria Cacciatore, docente Unical, e Rosa Tavella, già consigliera regionale del Prc".Lo scrive Francesco Saccomanno – segretario provinciale Prc Cosenza.