Cosenza
 

Il 20 novembre conferenza di Marziale a Cosenza per la Giornata Onu su diritti dell'infanzia e dell'adolescenza

"Dopo due anni in cui la Giornata ONU sui Diritti dell'Infanzia e dell'Adolescenza è stata celebrata in Consiglio Regionale, sede istituzionale del Garante, in una straboccante sala Calipari, segno evidente che il lavoro del mio Ufficio produce sul territorio una sensibilità culturale che tutti gli adulti sono chiamati mantenere alta e costante nei confronti dei più piccoli, quest'anno ho deciso di onorarla con una conferenza stampa, che avrà luogo martedì 20 novembre, alle ore 10.30, presso la Biblioteca dell'Ospedale Annunziata di Cosenza, e prevede gli interventi di Gianfranco Scarpelli direttore del Dipartimento materno-infantile e dell'Unità operativa complessa di neonatologia e terapia intensiva neonatale, di Rodolfo Gualtieri direttore della Struttura dipartimentale di terapia intensiva pediatrica, di Achille Gentile direttore generale, e di Franco Pacenza, delegato del Presidente della Giunta Regionale alle problematiche sanitarie".
E' quanto dichiara il sociologo Antonio Marziale, Garante per l'Infanzia e l'Adolescenza della Regione Calabria.

"Il mio mandato – spiega il Garante – è al giro di boa, visto che coincide con la scadenza naturale della legislatura tra un anno esatto, pertanto ritengo utile e doveroso che l'opinione pubblica sappia cosa il Garante ha fatto, a cosa un Garante serva, e non v'è dubbio che l'ottenimento della Terapia intensiva pediatrica sia da considerarsi il fiore all'occhiello dell'attività complessiva. Era, la Calabria, tra le pochissime o forse l'unica regione a non averla, ma adesso c'è e nel corso della conferenza saranno illustrati i dettagli tecnici e statistici dello stato dei lavori e degli interventi operati, che fatti a Cosenza ha significato il drenaggio di annosi esodi per malcapitati bambini, con alle spalle troppo spesso famiglie non in grado di sostenere i costi".