Cosenza
 

“Perciavutti”, Mormanno si prepara a fare festa nel segno della tradizione

La festa di Perciavutti che da ben 16 anni si rinnova nel Comune di Mormanno e che non si è mai interrotta, neppure nell'anno del terremoto che colpì il Pollino, è simbolo di tradizione che si rinnova per ricordare a tutti la forza culturale e attrattiva degli eventi legati alla storia di un popolo. Il 7 dicembre il centro storico di Mormanno si prepara ad accogliere le migliaia di visitatori che ogni anno affollano le strade del borgo conosciuto per il fagiolo poverello bianco, il bocconotto e la lenticchia, per vivere l'evento che apre le festività natalizie. Un evento culturale ed enogastronomico che diventa un grande collante sociale per la comunità intera che si impegna - a vario titolo - nella realizzazione di una festa dal sapore antico, che ama proiettarsi nello scenario regionale dei grandi eventi storicizzati.

Mormanno per tre giorni valorizza la cultura del vino non solo territoriale ma anche regionale con la collaborazione con le cantine rappresentative del vino calabrese e promuove la cucina territoriale, la tradizione religiosa e quella folklorica in un mix di grande fascino. L'amministrazione comunale di Mormanno, guidata dal Sindaco Giuseppe regina, attraverso l'assessorato al turismo guidato da Flavio De Barti, in stretta sinergia con l'associazione Comunalia, presieduta da Rosaria Vuozzo, è già al lavoro per i preparativi di Perciavutti edizione 2018. I quartieri Casalicchio, Costa, Capo Lo Serro e Torretta si preparano ad ospitare i "Vuttari" dentro i quali si spillerà il vino nuovo e si degusteranno le pietanze della tradizione contadina.