Cosenza
 

Stasi (Corigliano-Rossano Pulita): “Servizi per la scuola, situazione assurda. Incapacità gestionale palese”

"Inutile girarci intorno: i fatti ben più delle parole dimostrano come oggi la nostra grande città sia gestita da un ufficio commissariale completamente incapace di offrire le risposte più minimali alla comunità.

Nonostante le rassicurazioni ed i chiarimenti, la "lussuosa" mensa di Corigliano-Rossano non partirà nemmeno lunedì prossimo. Siamo a metà Novembre, il sistema scolastico è obbligato ad impartire il "tempo pieno" per evitare che saltino i calendari didattici, i bimbi e le famiglie sono stremate dal menù-panino quotidiano a da continue andate e ritorni da scuola.

Oggi il problema sarebbe la mancanza di attrezzature necessarie per poter allestire le cucine e le sale della refezione ma francamente non ci interessa più nemmeno conoscere l'ultima motivazione di questo assurdo ritardo.

Lo voglio dire pubblicamente, senza le solite inutili riverenze e senza ipocrisie: un commissario e tre sub-commissari non sono minimamente in grado di tenere in piedi l'amministrazione ordinaria minimale, l'erogazione dei servizi basilari e storicizzati; come si può pensare di gestire un processo importante, complesso e delicato come l'armonizzazione dei due comuni? Non si può.

Se a questo si aggiunge l'insensata ed ingiustificabile mancanza di ascolto di questa giunta commissariale, arroccata e convinta evidentemente di avere grandi doti amministrative mentre dimostra quotidianamente il contrario, allora il quadro è completo. A questo punto l'unica motivazione possibile per una tale chiusura è il timore di non reggere il confronto.

La situazione della mensa è iniziata in maniera assurda, con tariffe enormemente aumentate, e sta continuando nell'assurdità, con il servizio che non inizia, mancate esenzioni per bimbi che rientrano nei casi previsti dalla legge 104, mancati sconti per i secondi ed il terzi figli. A questo si aggiunga che ci sono bimbi che tutt'ora vanno a scuola senza potersi permettere i libri di testo. Insomma, grazie a Bagnato la nostra città, piuttosto che ampliare e migliorare i servizi al cittadino, li sta peggiorando, adattando tutto al ribasso.

Ma il disastro non si ferma ai servizi per la scuola. Vi è una totale immobilità in quasi tutti i settori dell'amministrazione che poi si traduce in profondi disservizi. Basta pensare alla mancata pulizia delle strade e della rete di raccolta delle acque alla depurazione, alla manutenzione delle strade. Basta pensare al persistente ricorso a personale apicale che, stando ai regolamenti, non potrebbe assolutamente mantenere tali posizioni, vicenda su cui sono state coinvolte le autorità di controllo.

Ultimo colpo di genio sono stati i dirigenti a tempo determinato con criteri che escludono il 99% dei potenziali partecipanti, dando vita ad un inedito "spoil system commissariale" che, tra l'altro, dovrebbe durare 6 mesi. Qualcuno dovrebbe spiegare all'Amministrazione che le sentenze in materia hanno stabilito che la durata minima degli incarichi per i dirigenti a tempo determinato è di 3 anni, ma in ogni caso si tratterebbe di una ennesima scelta assurda. Se l'incarico dura 3 anni, il commissario sta scegliendo, di fatto, i dirigenti per il primo sindaco della città; se dura sei mesi, a cosa dovrebbe servire? Anche su questa vicenda, come fatto per l'ultima amministrazione di Rossano, insieme a quelle forze con le quali ci stiamo occupando da tempo di trasparenza ed anti-corruzione, coinvolgeremo le autorità di controllo.

È evidente come principi quali la partecipazione, fondamentale in una moderna impostazione della Pubblica Amministrazione ed ancor più decisiva in un processo epocale come la nostra fusione, siano totalmente disconosciuti dalla giunta commissariale, la quale continua a disgregare la comunità, aumentare la distanza tra cittadini ed istituzioni, generare indignazione in ogni fascia della nostra società. Il nostro invito è quello di cambiare totalmente impostazione oppure, semplicemente, farsi da parte, lasciando un tale compito a soggetti più esperti e più adatti per un processo importante come il nostro". Lo afferma in una nota Flavio Stasi, portavoce del Movimento "Corigliano-Rossano Pulita".