Cosenza
 

Cosenza, Calabrone confermato all’unanimità Segretario Generale Cgil

Si è tenuto ieri il X Congresso della Camera del Lavoro di Cosenza che ha visto Umberto Calabrone confermato all'unanimità Segretario Generale.

"Calabrone aveva preso le redini della CGIL Cosentina nel 2015 quando, a seguito della improvvisa scomparso di Giovanni Donato, il Comitato Direttivo lo aveva eletto Segretario Generale con soli sette voti di scarto rispetto allo sfidante; oggi Calabrone può raccogliere i frutti dell'arduo lavoro di composizione, coinvolgimento e dimostrazione delle proprie capacità sindacali, politiche ed umane.
Lo stesso Vincenzo Colla, della Segreteria Nazionale della CGIL, presente ai lavori congressuali, ha sottolineato le alte capacità professionali e sindacali che questo giovane gruppo dirigente è riuscito a maturare in pochi anni, dimostrate anche dall'alto livello degli interventi da parte di moltissimi lavoratori che si sono avvicendati sul palco del congresso e dallo spessore politico manifestato".

"Calabrone, nel suo lungo intervento, ha affrontato una attenta analisi delle condizioni lavorative nel nostro territorio e dell'impatto sulle stesse della programmazione politica, senza tralasciare gli aspetti legati ai rischi di infiltrazioni mafiose nelle maglie della politica e della burocrazia fino a toccare la questione Riace, particolarmente sentita dalla CGIL tutta, chiedendo l'inserimento e la votazione di un ordine del giorno con il quale la CGIL di Cosenza, aderendo all'appello per riconoscere il paese di Riace patrimonio Unesco e dell'umanità e di assegnare il premio Nobel per la pace a Mimmo Lucano, assume l'impegno di dare ospitalità a Mimmo Lucano attraverso un'azione di solidarietà nella provincia di Cosenza ed in Calabria".