Cosenza
 

La storia del Cosenza Calcio nel tunnel dello stadio San Vito Marulla. In commissione sport l’associazione che ha realizzato la “Hall of Fame” ne propone l'apertura al pubblico

Trentanove gigantografie che raccontano i colori rossoblu attraverso i calciatori più rappresentativi della storia ultracentenaria del Cosenza Calcio, dagli anni '40 ad oggi. Si trovano nel tunnel dello stadio San Vito Marulla, in quei 35 metri che collegano gli spogliatoi al terreno di gioco. Ci ha pensato circa due anni fa l'Associazione 'Cosenza nel Cuore' a riqualificare questa zona dello Stadio per farne scrigno di memoria, una 'Hall of Fame', come è stata chiamata. Quella memoria, ora, si vorrebbe che divenisse collettiva, che tutti potessero beneficiarne, non soltanto gli addetti ai lavori, ad oggi gli unici ad attraversare quel tunnel.

È questo nuovo desiderio che una rappresentanza di 'Cosenza nel cuore', con il suo presidente Antonello Aprile, ha rappresentato alla Commissione Sport di Palazzo dei Bruzi, presieduta da Gaetano Cairo. Aprire al pubblico la 'Hall of Fame' significherebbe far partecipe la città della storia del Cosenza Calcio. Per molti tifosi e appassionati, un modo per rivedere i propri beniamini, per tanti giovani la possibilità di fare un percorso a ritroso nella storia della squadra, in anni dei quali hanno solo potuto ascoltare il racconto di padri e nonni, come un ponte tra passato e futuro.

"La proposta ci ha trovati tutti disponibili – ha detto il presidente Cairo – e sicuramente mi farò promotore presso il Sindaco e la società affinché possa realizzarsi nei tempi e nei modi più adeguati, senza interferenza alcuna con gli allenamenti della squadra".

Vola alto il cuore dei tifosi cosentini che attendono il fischio di inizio di un nuovo importante campionato, vola alto anche l'Associazione 'Cosenza nel cuore' che pensa al nuovo stadio San Vito Marulla e spera che la 'Hall of Fame' di oggi possa diventare, con la disponibilità di Comune e società, un vero e proprio museo del Cosenza Calcio.