Cosenza
 

Premio Nobel per la Pace 2018, Corbelli (Diritti Civili): "Darlo alle ONG"

"L'assegnazione del Premio Nobel per la Pace 2018 a tutte le Ong che operano nel Mediterraneo e che continuano eroicamente, nonostante l'ostracismo e la strumentale e vergognosa criminalizzazione da parte del Governo populista italiano,a salvare migliaia di vite umane di poveri migranti, uomini, donne e bambini, in fuga da guerre, persecuzioni e miseria". La richiesta ufficiale è stata presentata questa mattina, tramite e-mail, dal leader del Movimento Diritti Civili-Italia, Franco Corbelli, al Comitato Organizzatore del Premio Nobel che ha sede ad Oslo. Corbelli è da oltre 23 anni Fondatore e Presidente del Movimento Diritti Civili e da una vita impegnato, in Italia e nel mondo, con innumerevoli battaglie civili e iniziative umanitarie. E' da sempre accanto agli ultimi e ai migranti e promotore della grande opera umanitaria universale, il Cimitero Internazionale dei Migranti, in fase di realizzazione a Tarsia, in Calabria, per "dare dignità alla morte delle tante vittime dei tragici naufragi".

"Le Ong sono loro, ha scritto il leader di Diritti Civili nella sua richiesta al Comitato Organizzatore, i protagonisti indiscussi e valorosi di una straordinaria opera umanitaria che da tantissimi anni portano avanti per affrontare la continua e drammatica emergenza dell'immigrazione. Queste Ong si trovano, purtroppo da sole, a dover fronteggiare un continuo, ininterrotto flusso di sbarchi di migranti, dai paesi dell'Africa, del Medio Oriente e di altre Nazioni povere e in guerra. Sbarchi che purtroppo tante volte finiscono in tragedia con la morte in mare di migliaia di migranti(oltre 34mila sono le vittime, nel Mediterraneo, dal 1990 ad oggi!). Nonostante la portata e la drammaticità della situazione e la indegna loro criminalizzazione da parte del Governo populista italiano (che ha definito queste Ong dei...Vice-Scafisti, oTaxi del Maree, con un senatore, ha chiesto diaffondarle!), le Ong continuano, da moltissimi anni, da sole(senza purtroppo il sostegno come dovrebbe invece essere doveroso dell'Unione Europea e degli altri Paesi della stessa Europa, molti dei quali sono la destinazione finale di questi migranti che sbarcano in Italia), con grandi sacrifici, a far fronte a questa continua emergenza e a salvare ed accogliere sulle loro navi, con grande umanità, i poveri immigrati che, fuggendo dall'inferno, cercano di arrivare in Europa. Le Ong mostrano in questo modo il loro vero volto che è quello della umanità, della generosità, dell'accoglienza e della solidarietà. Per queste ragioni, per questo straordinario e ininterrotto impegno umanitario, il Movimento Diritti Civili ha ufficialmente chiesto oggi di assegnare il Premio Nobel per la Pace 2018 alle Ong".