Cosenza
 

Unical, Sollazzo lascia Unidea per Rdu

Continua l'emorragia della Lista Unidea.

Questa volta a lasciare è Ludovica Sollazzo, ventiduenne di Santa Maria del Cedro, candidata al corso di laurea in Ingegneria Edile e Architettura.

"Nel 2015 ho deciso di intraprendere un percorso, di appoggiare un progetto che all'epoca sembrava soddisfare la mia idea di politica universitaria - si legge nel comunicato diramato sui social network - ho conosciuto persone straordinarie, persone che hanno lavorato bene, mettendoci la faccia e dando il loro contributo per migliorare la vita all'Unical".

Poi qualcosa è cambiato.

"Si è interrotto quel processo di partecipazione e condivisione delle scelte che è tipico di qualsiasi progetto associativo - continua la giovane studentessa - abbiamo assistito ad una rapida evoluzione degli eventi, incontrollabile per i più, che ci ha visti semplici spettatori delle scelte di quel progetto politico che ci trovavamo a rappresentare".

Il riferimento è chiaro alla vicenda del rinvio delle elezioni universitarie, per un ricorso depositato dalla candidata al Senato che la stessa Sollazzo avrebbe dovuto sostenere.

"Più queste scelte si palesavano, tanto più sparivano dalla scena coloro i quali avrebbero dovuto assumersi le loro responsabilità - si legge ancora nella nota stampa - così, tutti i candidati ed i sostenitori, ragazze e ragazzi semplicemente appassionati, venivano abbandonati a se stessi e alla gogna mediatica che si è sviluppata intorno alla triste vicenda del rinvio".

"Abbiamo smesso di occuparci degli studenti per dare spazio a ricorsi, bugie e sotterfugi - da qui arriva l'annuncio della sua scelta - per le ragioni finora elencate, mi sono trovata costretta a rivedere le mie scelte e ad abbandonare l'associazione di cui facevo parte".

"Soffermarsi a fare parole e parabole non riflette ciò che sono e l'allontanamento da questo progetto è allora stato naturale, così come naturale è stata la scelta immediatamente successiva: decido di sposare la causa di chi non ha mai smesso di rappresentare gli Studenti, decido di aderire all'associazione RDU - Rinnovamento Democratico Universitario e alla lista Rinnovamento è Futuro" aggiunge la Sollazzo.

Non mancano i ringraziamenti nella nota stampa "ero quasi certa di lasciare l'ambiente associativo, di lasciare la politica universitaria che tanto mi appassiona - dichiara - poi qualcuno mi ha aperto gli occhi. Non smetterò mai di ringraziare Mario Russo per la fiducia che ha riposto in me, per aver creduto nelle mie capacità e per non avermi fatto perdere la passione in quello che faccio".

"Ho scelto RDU perché ho potuto vedere con i miei occhi quanto lavoro c'è dietro una realtà associativa che quotidianamente si impegna e porta a casa degli ottimi risultati - scrive la Sollazzo a proposito della compagine cui aderisce - un gruppo unito, forte, affidabile e pronto a metterci la faccia in tutto e per tutto, mi ha accolta come mai mi sarei aspettata".

Nel finale arriva una dichiarazione che sa di appello a coloro i quali hanno compiuto il suo stesso percorso.

"Orgogliosa di entrare a far parte di questa grande famiglia, spero che le vicende degli ultimi mesi non scoraggino i tanti studenti appassionati che ho visto prima impegnati e poi delusi - conclude -perché esiste ancora chi riesce a guardare solo al bene della nostra comunità studentesca e a lavorare come una realtà associativa anziché come un comitato elettorale, con rabbia e con amore!"

A dare il benvenuto è Mario Russo, membro di RDU e candidato al Senato Accademico.

"Non poteva essere un'idea perversa di rappresentanza studentesca a fermare il suo impegno e l'impegno di tanti altri delusi dalle tristi vicende degli ultimi mesi - conclude Russo -

ora ci tocca continuare a lavorare insieme per il nostro Campus e per tutti gli Studenti, con Rabbia e con Amore!".