Cosenza
 

A Castrovillari il 17 e 18 giugno la tradizionale Fiera di San Giovanni

Si terrà il 17 e 18 giugno, domenica e lunedì prossimi, a nord est della città di Castrovillari, la storica fiera di San Giovanni che in questi giorni celebra i suoi 440 anni di vita.
Per l'occasione sono previsti 207 operatori commerciali, collocati nelle due Aree Mercatali comunicanti che si trovano appena sopra il Polisportivo.
Organizzazione, controllo e sistemazione avvengono, come al solito, grazie ad una efficace e solerte sinergia tra l'Ufficio Attività Produttive ed il Comando della Polizia Municipale.
La viabilità nei pressi dell'area, predisposta per la "fiera", sarà temporaneamente disciplinata con un'Ordinanza che è pubblicata sul sito dell'ente.
Questa stabilisce il divieto di sosta su via Veterani dello Sport in entrambi i lati, e sul lato destro a salire su via Ss. Medici dall'intersezione stradale con via dei Gigli all'incrocio con via Deledda.

Un'altra, sempre riguardante la Fiera, la n. 72, nel rispetto delle nuove normative in materia di sicurezza dei luoghi dove avvengono eventi pubblici, invece, vieta ai titolari di esercizi commerciali, attività artigianali del settore alimentare, la somministrazione e vendita, anche per asporto (in un raggio di un chilometro), di alcolici e di altre bevande in contenitori di qualunque specie e materiale nonché in bottiglie di vetro e in lattine. Per questo gli esercenti dovranno informare i cittadini dei suddetti divieti mediante l'apposizione, in prossimità del banco vendita delle bevande, di un cartello.
L'Amministrazione municipale, poi, - come annunciato qualche giorno fa - mette a disposizione gratuitamente, di quanti intendono recarsi alla Fiera, una navetta che unirà, nelle due date - con 2 corse al giorno (andata e ritorno) una la mattina e l'altra il pomeriggio- la città con le zone periferiche agli stand commerciali. L'area sarà servita da bagni chimici e da una postazione sanitaria di pronto intervento.
L'origine della fiera di San Giovanni risale al 16° secolo per come riporta il foglio 80 del libro notarile del notaio Ascanio Brocchetta.
Nel 1578 l'ospedale dei poveri acquistò dei terreni allo scopo di realizzarvi case. Poiché nella chiesa dell'Ospedale "dei poveri" era custodita e venerata l'immagine di San Giovanni, in segno di devozione si decise- come viene richiamato sempre nel libro notarile- il 24 giugno di quell'anno che in occasione della ricorrenza del Santo fosse istituita una Fiera. Da all'ora si tramanda la tipica consuetudine.