Cosenza
 

Occhiuto: "Doveroso ricordare centenario nascita di Francesco Principe"

"Impegni istituzionali fuori sede mi impediscono purtroppo di partecipare alla commemorazione per il centenario della nascita di Francesco Principe, per noi tutti semplicemente Cecchino. Ritengo doveroso, da cittadini calabresi, ricordare la figura di un grande uomo che con la sua attività politica ha attraversato la storia della nostra regione contribuendo in maniera incisiva a offrirle importanti opportunità di crescita". E' quanto afferma, in una nota, il sindaco di Cosenza, Mario Occhiuto. "L'amore per la Calabria era in lui tangibile - prosegue Occhiuto - dedicò una vita intera alla militanza socialista, realizzando programmi di sviluppo per il territorio, sia quando fu longevo sindaco di Rende sia quando ricoprì alte cariche di governo e di partito. Quasi dieci anni fa è scomparso, lasciando dietro di sé il vuoto di una mente lungimirante che sapeva leggere in anticipo i tempi. Da giovanissimo architetto ho avuto l'onore di ricevere da Cecchino Principe i miei primi incarichi professionali, apprezzandone personalmente le doti che, appunto, ne facevano quel che si dice un vero politico di razza. Le virtuose politiche urbanistiche che ne distinsero l'operato di amministratore, restano tutt'ora visibili nella sua Rende, mentre in quegli stessi anni '60, '70 e '80 la maggior parte dei Comuni italiani subiva il dilagare di scempi edilizi. Suo figlio Sandro, a cui rivolgo il mio saluto di stima e affetto, ne ha ben ereditato il testimone, affermandosi tra i migliori amministratori calabresi con una visione urbanistica". "Idealmente oggi - conclude Occhiuto - sono con Sandro e con quanti sentono forte la necessità, e insieme la responsabilità, di onorare la memoria di Cecchino Principe, nostro indimenticato e illustre conterraneo".