Cosenza
 

Droga, carabinieri Cosenza: "Nel 2018 sequestrato ingente quantitativo"

"Ancora una volta la professionalità e l'intuito investigativo dei militari dell'Arma hanno impedito l'immissione nelle piazze di spaccio di un ingente quantitativo di sostanza stupefacente". Lo afferma, in una dichiarazione, il tenente colonnello Pietro Sutera, comandante provinciale dei carabinieri di Cosenza.

"Infatti, nel 2018 l'azione condotta nello specifico ambito operativo dai carabinieri del Comando provinciale di Cosenza - prosegue l'ufficiale - è stata serrata, come dimostrano i dati registrati nel primo trimestre: ad oggi, sono stati sequestrati circa 18 chilogrammi di marijuana, oltre 14 chilogrammi di hashish, quasi 1,3 chilogrammi di cocaina ed ancora 140 grammi di eroina, a riprova che purtroppo i consumi di sostanza stupefacente sono in netta crescita. Si tratta certamente di un fenomeno che colpisce tutte le fasce d'età, anche giovani non ancora maggiorenni; e soprattutto il fenomeno deve considerarsi trasversale, giacché riguarda tutte le classi sociali, come comprovato dallo spaccato delle 92 persone segnalate alla Prefettura di COSENZA quali assuntori di sostanze stupefacenti e dall'elevato numero di patenti di guida ritirate per guida in stato di alterazione psico-fisica per uso di sostanze stupefacenti". "Consapevoli della gravità della situazione e dei rischi cui vanno incontro i consumatori, specie quelli più giovani - sostiene ancora il tenente colonnello Sutera - i carabinieri del Comando provinciale di Cosenza continueranno ad operare lungo tre direttrici principali: la prevenzione, il contrasto e le campagne di sensibilizzazione. Sotto il profilo preventivo saranno ulteriormente potenziati i controlli sul territorio, in un'ottica di deterrenza della criminalità e di prossimità al cittadino, riservando una particolare attenzione ai diversi luoghi di aggregazione giovanile. Alla presenza vigile e capillare sarà affiancata un'azione di contrasto al traffico ed allo spaccio di stupefacenti altrettanto decisa, attraverso un costante monitoraggio sul piano investigativo indirizzato anche ai canali che riforniscono di droga le varie piazze. Un'azione efficace quella ad oggi messa in campo che ha già portato all'arresto di 65 pusher e alla denuncia di altre 69 persone. Non meno importanti sono infine le campagne di sensibilizzazione che stiamo portando avanti nelle scuole della provincia, con il prezioso concorso dei dirigenti scolastici, degli insegnanti e dei genitori. Ed è proprio alle famiglie che credo sia utile rivolgersi, perché segnalino o denuncino alle autorità preposte ogni situazione di possibile disagio o devianza, perché si sentano veramente parte di un unico fronte in cui istituzioni e cittadini dialogano ed interagiscono per il raggiungimento di un obiettivo comune. Sono assolutamente convinto che sia indispensabile valorizzare l'apporto dei cittadini, al fianco delle Forze di Polizia, nella prevenzione di reati tanto più odiosi in quanto rivolti ad una fascia di popolazione, quella dei giovani, fortemente vulnerabile"