Cosenza
 

Rossano (Cs), tutore accusato di prelevare denaro di minore: rinviato a giudizio per peculato

Toghe500Il Gup preso il Tribunale di Castrovillari dott.ssa Reggio, al termine di una lunga camera di consiglio, accogliendo le tesi sostenute dal Pubblico Ministero dott.ssa Draetta e dal difensore della parte civile avvocato Ettore Zagarese, ha disposto il rinvio a giudizio dinanzi al Tribunale di Castrovillari in composizione collegiale per il 52enne A.M. con l'accusa di peculato.

LE ACCUSEAll'uomo si contesta il grave reato di peculato (punibile con la reclusione da quattro a dieci anni e sei mesi) in quanto, nominato Tutore di un minore attraverso un decreto del Tribunale dei Minori di Catanzaro ed avendo quindi, per le ragioni del suo ufficio, la disponibilità dei libretti di deposito del ragazzo, secondo la tesi accusatoria, lungi dal curare gli interessi del giovane, in più occasioni avrebbe prelevato senza la necessaria autorizzazione del Giudice Tutelare somme di denaro appropriandosene indebitamente. L'uomo ha sempre negato l'addebito.

IL PROCEDIMENTO I diritti processuali del minore sono stati fatti valere tramite il 43enne A.G., che il Tribunale di Castrovillari ha nominato suo curatore speciale per la rappresentanza nel processo e che ha inteso farsi difendere dallo studio dell'avvocato Ettore Zagarese.