Cosenza
 

Rossano (Cs), Aiello: “Far ripartire il centro sportivo di Insiti”

Una legge quadro sullo sport che dedichi particolare attenzione alla salute e alla crescita dei ragazzi, che favorisca il binomio scuola-discipline sportive così da coltivare, formare e seguire i tanti giovani talenti. Soprattutto in Calabria, in un territorio come quello ionico-silano che ha contribuito con tantissimi suoi atleti al successo dell'Italia nelle diverse discipline sportive e olimpioniche. Tutto questo con la prospettiva di sostenere e riqualificare, con apposite misure, le diverse strutture pubbliche presenti sul territorio e che da anni purtroppo sono abbandonate al loro destino. Una su tutte, la cittadella dello Sport di Contrada Insiti, nel cuore di Corigliano-Rossano, vicino al nascente nuovo ospedale della Sibaritide, abbandonata da anni e che ora attende di ripartire.

Le proposte del Centro Sinistra sulle politiche per lo Sport sono chiare e vanno nella direzione di rendere ancora più concreti gli interventi attuati negli ultimi anni come la no tax area per i dilettanti sportivi portata fino a 10mila euro. Anche su questo punta il candidato del Collegio camerale uninominale di Corigliano-Rossano, Ferdinando Aiello, che rilancia sulle tante potenzialità espresse dalla Calabria del Nord Est anche in ambito agonistico.

Bisognerà far ripartire il centro sportivo di Insiti – dice Aiello – rendendolo finalmente realtà operativa e aggregativa per la nuova Città e per l'intero territorio, in un contesto urbano dove è in fase di costruzione il nuovo ospedale della Sibaritide e dove a breve sorgerà anche la cittadella degli uffici del Comune Corigliano-Rossano. Nei giorni scorsi, ho parlato già con il Presidente Oliverio per varare, insieme al nuovo Governo, delle misure straordinarie da investire sulla riqualificazione strutturale del complesso e per individuare nuove forme di finanziamento per la realizzazione di nuovi impianti.

Sicuramente – aggiunge il Candidato del Centro Sinistra – la nuova Città Corigliano-Rossano dovrà avere grandi ambizioni anche nella promozione delle discipline sportive. Su tutte il Calcio che a queste latitudini ha profonde tradizioni e secolari radici ma che per diverse vicissitudini non ha mai raggiunto il traguardo del professionismo.

Nelle ambizioni del nuovo Comune – precisa - e tra i provvedimenti finanziari che la Regione dovrà assumere a sostegno della crescita sociale della nuova Città dovrà esserci anche la realizzazione di un nuovo stadio, a metà strada tra le due realtà urbane, adeguato alle esigenze della popolazione. In questi giorni di campagna elettorale – prosegue Aiello – ho incontrato tanti cittadini che hanno sollevato questa esigenze e allo stesso tempo ho notato tra i tanti imprenditori che lavorano alla crescita di quest'area della Calabria la disponibilità ad avviare un percorso societario forte che aspiri alla creazione di una realtà sportiva polivalente che cresca e allevi i nuovi talenti e che possa aspirare finalmente a portare il calcio professionistico in una zona che da sempre ha fame di sport. Il mio impegno personale e politico – conclude - a questo progetto sicuramente non verrà meno.

©CMPAGENCY