Cosenza
 

L’assessore Vizza: “Candidatura di Cosenza a città europea dello sport per il 2020 riflette linee programmatiche di Occhiuto”

"L'adesione formale della città di Cosenza al bando "European City of Sport 2020" riflette le linee programmatiche del Sindaco Occhiuto e fa seguito agli obiettivi e alle azioni strategiche dell'Amministrazione comunale finalizzate a promuovere e migliorare la salute dei cittadini, la qualità della loro vita ed il loro benessere".

Lo afferma l'Assessore allo Sport Carmine Vizza all'indomani dell'approvazione, da parte della Giunta comunale di Palazzo dei Bruzi, dell'atto deliberativo con il quale il Comune di Cosenza ha aderito formalmente al bando che inserisce Cosenza tra le città candidate a città europea dello sport per il 2020. Il bando è indetto dall'ACES Europe, la Federazione delle Capitali e delle Città Europee dello Sport che ha il compito di promuovere la visibilità internazionale dei municipi e quello di assistere i comuni nella "corsa" a città europea dello sport.

"Nell'avanzare la sua candidatura – ha sottolineato l'Assessore Vizza – la città di Cosenza ha fatto leva soprattutto sull'attenzione riservata, già dall'inizio del primo mandato del Sindaco Occhiuto ed anche negli ultimi anni, all'affermazione dello sport e della pratica sportiva come fattore rilevante di integrazione sociale.

Nello stesso tempo, è stata fatta rilevare l'incisiva attività in cui il Comune è impegnato in direzione della riqualificazione dell'impiantistica sportiva presente nel territorio cittadino e della nascita, nel prossimo triennio, di una vera e propria Cittadella dello Sport nell'area dove sarà realizzato anche il nuovo stadio "San Vito-Gigi Marulla", opera che, oltre ad ospitare eventi sportivi di prestigio, non sarà disgiunta da un'importante azione di riqualificazione urbana di tutta l'area circostante.

Nelle valutazioni che saranno fatte dalla Commissione incaricata di vagliare la candidatura di Cosenza, si dovrà tenere conto anche delle iniziative intraprese dall'Amministrazione comunale, di concerto con le associazioni sportive, la scuola, le famiglie e le persone diversamente abili, per incoraggiare l'attività fisica sul territorio comunale, riconoscendo importanza alla mobilità dolce, strumento per incentivarla a partire dalle giovani generazioni. Cosenza – ha concluso l'Assessore allo sport Carmine Vizza – è stata tra le prime città ad aderire al progetto "Healt city". Dobbiamo aiutare le persone a camminare e a fare sport all'aperto, per accompagnarle in un percorso di invecchiamento attivo. Per queste ragioni il Sindaco Occhiuto ha pensato di realizzare nell'immediato futuro e nel cuore della città, un Parco del Benessere, il più grande parco urbano (lungo due chilometri) della città contemporanea".