Cosenza
 

"Una rete monumentale per la Calabria del nord est": la proposta di Ferdinando Aiello (Pd)

"Via libera del Ministero dei Beni culturali al rilancio delle emergenze artistiche. Subito esigibile il fondo dedicato alla riqualificazione dei siti di interesse storico e dei monumenti. Tanti i luoghi della memoria calabrese che saranno interessati da questa importante misura. Tra questi anche il Parco archeologico di Sibari, il convento dei Cappuccini e la chiesa di Santa Maria Assunta di Acri, con investimenti per circa 3 milioni di euro. Ma la prossima sfida, che mi impegno ad affrontare in Parlamento durante la prossima legislatura, sarà quella di ottenere, proprio attraverso il MiBACT, un fondo straordinario per la valorizzazione e promozione di un piano monumentale ionico-silano che metta in rete, in un unico grande percorso storico-artistico-ambientale, le straordinarie bellezze di questo territorio: dal Codex, al Castello ducale, passando per l'abbazia Florense e gli Scavi di Sibari".

È quanto annuncia l'On. Ferdinando Aiello, parlamentare del Partito Democratico e candidato del Centro Sinistra alla Camera dei Deputati nel collegio uninominale di Corigliano-Rossano alle Politiche del prossimo 4 marzo 2018.

"L'attivazione del fondo ministeriale per l'adeguamento antisismico delle più importanti emergenze storiche e monumentali – aggiunge Aiello – è un altro importante risultato raggiunto dal Governo centrale. Questi interventi, necessari per tutelare i luoghi della memoria del nostro popolo, saranno numerosi ed interesseranno gran parte del patrimonio museale e monumentale calabrese. Questo grazie anche all'impegno della Regione e del consigliere regionale Mimmo Bevacqua, il cui impegno istituzionale è stato determinante nella concretizzazione di questo piano di salvaguardia per gli edifici storici.
Il nostro impegno, però – prosegue l'esponente del Partito Democratico – deve proseguire, guardando avanti e sostenendo la promozione ed il rilancio di tutte quelle realtà artistiche custodite nei nostri territori che possono e devono diventare una fonte di sussistenza dell'economia locale. La Calabria del Nord Est, quella che si estende da San Giovanni in Fiore fino a Rocca Imperiale, passando per la grande Città Corigliano-Rossano, è ricca di monumenti e musei che hanno bisogno di essere messi in rete. È il mercato globale del turismo che ce lo chiede. Il quale, oltre a pretendere un facile accesso ai siti di interesse – e su questo il Centro Sinistra sta già lavorando per la realizzazione della nuova Statale 106, per il potenziamento della rete ferroviaria ionica e presto anche per il nuovo aeroporto della Sibaritide –, dà precedenza ad un percorso di rete programmato che ponga i visitatori nelle condizioni di poter aver accesso ai luoghi di interesse, seguendo percorsi prestabiliti, con un biglietto unico e attraverso l'accompagnamento di un'unica guida turistica. Si pensi ai vantaggi che una rete tustico-culturale potrebbe trarre dal mercato crocieristico, che nella Sibaritide sta prendendo sempre più piede, oppure dai circuiti dei grandi tour operator riuscendo a restituire maggiori vantaggi anche agli imprenditori turistici locali. Anche di questa proposta – annuncia in chiusura Aiello –, che deve poter contare sul sostegno economico del Governo, il Partito Democratico si farà promotore nei prossimi mesi in seno al Parlamento".