Cosenza
 

Il Sindaco di Roseto Capo Spulico, Rosanna Mazzia, nella Consulta Anci

Nel corso dell'Assemblea Regionale, tenutasi a Lamezia Terme Sabato 20 Gennaio, la Prima Cittadina della "Città delle Rose" è stata indicata a far parte della consulta regionale dei piccoli comuni, un organismo che porterà la voce di tutti i comuni calabresi al di sotto dei 5mila abitanti ai tavoli di discussione, regionali e nazionali, dei temi di più stretta attualità. Questa nuova investitura per il Sindaco Mazzia - già membro del consiglio direttivo nazionale dell'Associazione Borghi Autentici d'Italia - è stata fortemente voluta dal Presidente Regionale Anci, Gianluca Callipo, impegnato in una profonda opera di ricostruzione dell'importante organismo regionale di rappresentanza degli Enti locali, motore irrinunciabile dello sviluppo e del futuro dell'intero Paese.

Proprio la consapevolezza dell'importanza strategica che riveste per il rilancio del sistema Paese, una nuova politica per i piccoli Borghi (in Calabria i Comuni con meno di 5000 abitanti rappresentano l'80% dei comuni) è stato il leitmotiv del discorso di apertura dei lavori da parte del Presidente Callipo e di tutti gli amministratori locali che hanno inteso dare un contributo ai lavori dell'Assemblea, cui ha partecipato il Coordinatore Nazionale della Consulta dei Piccoli Comuni, Massimo Castelli.

Nel suo lungo ed articolato intervento ha analizzato le novità inserite nella nuova legge che interessa le piccole comunità, sottolineando che si tratta di un sicuro passo in avanti, ma che non può che essere considerata solo una prima tappa di una necessaria inversione di tendenza sulle politiche nazionali che finora le hanno fortemente penalizzate.

Giovanni Manoccio, delegato del Presidente Oliverio alle Politiche sull'immigrazione e vicesindaco di Acquaformosa, ha posto l'accento sulla necessità di garantire ai Cittadini che scelgono di vivere in un piccolo comune pari dignità e vera uguaglianza, garantendo i servizi essenziali, oggi seriamente compromessi.

L'organismo di rappresentanza dei 318 comuni calabresi con meno di 5000 abitanti sarà composto da 30 amministratori locali di altrettanti comuni disseminati su tutto il territorio regionale e sarà guidata dal Sindaco di Bagaladi (Rc), Santo Monorchio, che ha sottolineato l'importanza del lavoro che aspetta la consulta considerate le tantissime tematiche che attanagliano le nostre Comunità.

A margine dei lavori, Rosanna Mazzia si è dichiarata onorata di questo nuovo impegno: "Sono grata al Presidente Callipo per avere scelto Roseto, attraverso la mia persona, e siccome sono abituata a lavorare non vedo l'ora di iniziare a dare il mio contributo in favore dei nostri Borghi. Per anni ci hanno fatto credere di essere un "peso"...una sorta di rallentatore di uno sviluppo che comunque non è arrivato... nonostante i tagli proprio ai piccoli Comuni e il tentativo di ridurne il numero "per legge". E invece gli indicatori ci dicono che i Piccoli Comuni sono una risorsa...in termini di identità, di storia, di qualità della vita. La Consulta avrà questo compito. Dar voce ai più piccoli, che numericamente non lo sono visto che costituiscono l'80% di tutti i comuni calabresi. Sono orgogliosa di poter iniziare a lavorare insieme ai Colleghi Sindaci di questo Territorio per portare la voce dell'Alto Jonio all'interno dell'importante organismo regionale".