Cosenza
 

Castrovillari (Cs) il 25 novembre contro la violenza sulle donne

Il 25 novembre, Giornata Internazionale contro la violenza sulle donne, è sempre più una data importante che richiama situazioni preoccupanti, drammatiche, che non possono fare a meno, per essere prevenute e combattute dell'impegno costante e sinergico tra famiglia, organismi ed istituzioni.

"Ecco perché il Comune di Castrovillari- afferma il Sindaco, Domenico Lo Polito- affianca ogni sensibilizzazione che viene suscitata per scuotere gli animi, le coscienze, gli atteggiamenti d'indifferenza al fenomeno, che è poi la violenza che pervade sempre più i rapporti, più in generale, tra la gente. Il Male di sempre!"

L'Appuntamento del 25 , intitolato, "Nemmeno con un fiore" e dopo l'inaugurazione della mostra, avvenuta domenica scorsa presso il Teatro Vittoria a cura di Mystica Calabria guidata da Ines Ferrante, prevede, invece alle ore 16, un momento di preghiera e riflessione con Don Nicola De Luca, parroco della SS. Trinità, presso il Protoconvento francescano intorno alla panchina rossa, posizionata l'anno scorso di fianco al portone del Protoconventoper ricordare. Qui verrà benedetta una targa, dedicata a tutte le vittime del femminicidio. Subito dopo, sempre con la collaborazione di più associazioni e con il patrocinio del Comune e Provincia, nel Castello Aragonese si terrà, introdotto dalla sociologa Ivana Grisolia, promotrice del progetto "Panchina Rossa" e degli appuntamenti integrati, un incontro a più voci su "L'importanza della prevenzione e di azioni concrete contro la violenza sulle Donne" durante il quale verranno proiettati – ad arricchimento- pure i cortometraggi scritti a diretti da Diletta D'Ascia, presidente dell'Associazione "Gli Utopisti".

Qui sono programmati i contributi, moderati dal giornalista Vincenzo La Camera, del Sindaco, Domenico Lo Polito, del consigliere provinciale delegato alle pari opportunità, Vincenzo Tamburi, di Franco e Matilde Lanzino-genitori dell'indimenticabile Roberta- rappresentanti dell'omonima Fondazione onlus, dell'avvocato Francesca Straticò, della criminologa scrittrice Monica Capizzano, della psicologa Rosa Cerchiara, del docente Antonio Bianchi e del giornalista Mediaset Simone Toscano, inviato di "Quarto Grado".

In successione si terrà la fiaccolata con la partecipazione di studenti, a partire dal Protoconventocon conclusione dinanzi al Teatro Vittoria, e la premiazione,sempre nel "Vittoria", del concorso letterario- artistico "Nemmeno con un fiore" a cura dell'associazione Mystica Calabria che prevede un premio speciale,per le scuole, in memoria della giovane giornalista Maria Rosaria Sessa. Saranno presenti i suoi genitori.

"Vogliamo dire no alla violenza contro le donne – ha spiegato il primo cittadino di Castrovillari invitando la cittadinanza all'evento– facendo squadra coni diversi soggetti del territorio e del luogo per tenere alta l'attenzione e la vigilanza su questo fenomeno sempre più recrudescente, che non può prescindere da azioni ed iniziative dedicate".

Incontri emomenti di vario genere, che vogliono fare il punto sul tema, che desiderano ribadire il NO alla violenza, che puntano a scuotere gli animi e ribadire l'impegno di tutti perché non accada più, sono espressioni degne di sottolineatura, come il linguaggio e, di più, i rapporti,nonché le relazioniUmane, fondamentali per portare avanti un percorso d'inclusione e di non discriminazione, e per affermare quella cultura del rispetto dell'Altro e della non violenza che si auspica continuamente e che necessitano di essere Curati come una "piantina" che si vuole far germogliare, proteggere e far vivere.