Cosenza
 

Rende: carta d'identità elettronica dall'1 dicembre

A Rende dal 1 dicembre arriva la carta d'identità elettronica. Approvata nell'ultima giunta, la notizia è stata ben accolta dal sindaco di Rende Marcello Manna che commenta: " il Comune di Rende compie un passo importante verso la semplificazione dei servizi ". Per questa prima fase sperimentale finalizzata a sostituire progressivamente la versione tradizionale e cartacea del documento, sono stati prescelti, insieme a Rende, anche i Comuni calabresi di Corigliano, Cosenza, Crotone, Lamezia, Reggio Calabria, Rende e Vibo Valentia. Entro il 31 DICEMBRE 2018 sarà obbligatorio per tutti dotarsi della nuova carta d'identità elettronica. La nuova carta d'identità elettronica, che sostituisce il documento tradizionale, è in policarbonato e ha le dimensioni di una carta di credito. È dotata di particolari sistemi di sicurezza, di un microchip a radiofrequenza che memorizza i dati del titolare, compresi gli elementi biometrici (come le impronte digitali), di una foto in bianco e nero stampata a laser che ne garantisce un'elevata resistenza alla contraffazione e conterrà anche l'eventuale consenso o diniego alla donazione di organi o tessuti in caso di morte. La nuova carta di identità elettronica è uno strumento sicuro e completo che vale come documento di identità e di espatrio in tutti i Paesi dell'Unione Europea e in quelli che la accettano al posto del passaporto. Il documento, già predisposto per l'autenticazione in rete da parte del cittadino, consentirà la fruizione dei servizi erogati dalle PP.AA. e costituisce un "fattore abilitante" per l'acquisizione della identità digitale sul Sistema Pubblico di Identità Digitale – SPID e per la fruizione di altri servizi in Italia e in Europa. Per la richiesta è necessario esibire una fotografia in formato cartaceo conforme agli standard ICAO, ed il codice fiscale. Il documento non sarà consegnato a vista dagli uffici anagrafici. Una volta allo sportello, un operatore comunale acquisirà i dati su un sistema informatico collegato con il Centro nazionale dei Servizi Demografici del Ministero dell'Interno. Terminate le operazioni, al cittadino verrà rilasciata una ricevuta che attesta l'avvenuta registrazione insieme alla prima metà del Pin identificativo corrispondente alla carta. La Carta d'Identità Elettronica verrà spedita dal Poligrafico dello Stato all'indirizzo indicato dall'interessato entro 6 giorni lavorativi dalla richiesta, come previsto dalle norme ministeriali, insieme alla seconda parte del Pin.