Cosenza
 

Strada di collegamento Serra Spiga-Mendicino: sopralluogo della Commissione Lavori pubblici di Cosenza

La Commissione consiliare Lavori Pubblici, presieduta dalla consigliera comunale Anna Rugiero, ha effettuato un sopralluogo sulla strada di collegamento Serra Spiga-Mendicino, in contrada Cozzo Giardino, per verificare attentamente lo stato di pericolosità dell'importante arteria viaria.
A segnalare la pericolosità della strada era stato, il 2 ottobre scorso, il consigliere comunale Gisberto Spadafora, mentre il sopralluogo è stato richiesto alla Presidente Rugiero dai consiglieri Francesco Spadafora, Vincenzo Granata e Davide Bruno.
Il sopralluogo di oggi era stato preceduto, ieri, da una ricognizione dello stato dei luoghi da parte degli agenti della Polizia Municipale.
In particolare, i componenti della Commissione Lavori Pubblici, con in testa la Presidente Rugiero, hanno constatato la necessità di dotare al più presto l'arteria di collegamento Serra Spiga-Mendicino, in contrada Cozzo Giardino, di una serie di protezioni laterali e di avviare la sistemazione della sede stradale che risulta in più parti sconnessa e piena di avvallamenti, determinando una situazione di particolare pericolosità per la circolazione.

Al sopralluogo di questa mattina ha partecipato anche l'ing.Francesco Converso, dirigente del settore infrastrutture del Comune di Cosenza, accompagnato dal geometra Giorgio Guadagnolo. L'ingegnere Converso, la cui presenza era stata sollecitata dai consiglieri Granata e Spadafora, ha dato ampie garanzie sulla messa in sicurezza dell'arteria nel punto dove è necessario effettuare gli interventi, con la collocazione di circa 150 metri lineari di guard rail e di una adeguata segnaletica orizzontale e verticale, annunciando anche l'effettuazione di una perizia per verificare lo stato del fondo stradale. "Auspichiamo – hanno dichiarato i consiglieri Vincenzo Granata e Francesco Spadafora – che la problematica venga avviata a soluzione in tempi rapidi per evitare che con l'arrivo delle piogge invernali possano aumentare le situazioni di pericolo".